Dieta last minute efficace

Dovete smaltire due-tre chili di troppo nel giro di poco tempo? Allora serve una dieta last minute, veloce ed efficace. Insomma, una dieta dell'ultimo minuto che aiuti a disintossicarsi da abbuffate ed eccessivi strappi alle regole.


Dieta last minute o dieta dell'ultimo minuto: menu settimanale
Dieta last minute efficace

Non solo i ritmi quotidiani, ma anche la dieta per molti deve essere "fast", cioè rapida e quasi indolore. Niente di troppo esagerato, però.

 

Le privazioni eccessive e i regimi dietetici squilibrati, infatti, non sono mai salutari. Poche calorie e pasti leggeri vanno bene, purché il regime alimentare sia vario e ricco di sostanze nutrienti essenziali.

 

Come funziona la dieta last minute.

Si comincia con la colazione, leggera ma in grado di garantire la giusta carica energetica per affrontare la giornata e capace di dare una spinta al metabolismo.

 

Si prosegue con pranzo e cena, dove, oltre alle verdure, non ci sono protagonisti assoluti: carboidrati e proteine si alternano e si distribuiscono in modo omogeneo tra carni bianche e pesce, cereali integrali e ricette light sfiziose.

 

La dieta last minute va seguita per non più di tre settimane consecutive. L'apporto calorico giornaliero è compreso, mediamente, tra le 1.200 e le 1.300 calorie.

 

Per massimizzare i risultati in termini di perdita di peso, meglio praticare regolarmente anche

attività fisica: almeno un'ora di allenamento aerobico tre volte alla settimana.

Dieta last minute: menu settimanale.

Sponsorizzato

 

LO SCHEMA SETTIMANALE.

Vanno aggiunti ai menu proposti due spuntini, per evitare di arrivare ai pasti principali con un appetito eccessivo (e pericoloso).

 

Gli snack concessi, ipocalorici, si possono scegliere tra: un frutto di stagione, uno yogurt bianco magro, 2 gallette di riso, uno smoothie alla frutta o alla verdura (ottimi, per esempio quelli a base di lamponi e mirtilli con yogurt magro o latte di soia e a base di mele, sedano e carote).

 

Da evitare le bevande alcoliche, i succhi di frutta confezionati e le bibite, gassate e non, che solitamente sono troppo ricche di zuccheri, cioè di calorie.

 

Non dimenticare di bere un litro e mezzo o due di acqua da distribuire nell'arco della giornata.

 

Lunedì

Colazione: una spremuta di pompelmo e limone; 3 gallette di riso integrale.

Pranzo: bresaola (100 g) condita con limone e un cucchiaino di olio extravergine di oliva (evo); zucchine alla griglia (80 g); un panino integrale (60 g).

Cena: petto di pollo alla griglia (120 g); insalata verde mista a volontà condita con un cucchiaino di olio evo e limone.

 

Martedì

Colazione: una tazza di latte di soia (200 ml) con caffè; 2 fette biscottate integrali; un kiwi.

Pranzo: tonno al naturale (100 g); gamberi al vapore (80 g); valeriana a volontà condita con un cucchiaino di olio evo e un cucchiaino di aceto di mele.

Cena: frittata alle zucchine, preparata con un uovo intero, due albumi e una zucchina; insalata mista a volontà; un panino integrale (60 g).

 

Mercoledì

Colazione: uno yogurt magro; 3 biscotti secchi integrali; 4 mandorle.

Pranzo: spaghetti integrali (70 g) con pomodorini freschi, conditi con un cucchiaio di olio evo e basilico; broccoletti al vapore a volontà, conditi con limone.

Cena: sogliola al vapore (150 g); spinaci freschi a volontà, conditi con un cucchiaino di olio evo e limone.

 

Giovedì

Colazione: centrifugato di kiwi e mela verde; 2 fette biscottate integrali.

Pranzo: risotto integrale (60 g) con trevisana e ricotta; macedonia di fragole (100 g).

Cena: fesa di tacchino alla griglia (75 g); insalata di radicchio e porri a volontà, condita con un cucchiaino di olio evo.

 

Venerdì

Colazione: una macedonia di frutta fresca (100 g); un caffè d'orzo.

Pranzo: una mozzarella (125 grammi); insalata di pomodori e cetrioli a volontà.

Cena: branzino al forno con carciofi e olive taggiasche (150 g), aromatizzato con timo e rosmarino; un panino integrale (60 g).

 

Sabato

Colazione: uno yogurt bianco magro (125 g) ; cereali integrali (50 g) ; un kiwi.

Pranzo: melanzane alla parmigiana light (150 g); insalata verde con cetrioli a volontà.

Cena: minestrone di verdura (200 ml) ; un panino integrale (60 g).

 

Domenica

Colazione: una tazza di latte di soia (200 ml) con fiocchi d'avena (50 g) ; mezza banana e 4 fragole.

Pranzo: orecchiette ai broccoli (80 g) ; insalata verde a volontà.

Cena: merluzzo al vapore (150 g); carciofi freschi conditi con un cucchiaino di olio evo, limone, prezzemolo e pepe rosa.

Dieta last minute: consigli di mantenimento

Sponsorizzato

Per mantenere il peso raggiunto, una volta terminata la dieta last minute, meglio non abbandonare le buone abitudini apprese: evitare le bevande alcoliche o limitarle a due o tre bicchieri alla settimana ridurre le porzioni di cibo e le quantità di condimenti, abbondando, invece, con la verdura; continuare a praticare attività fisica.

 

All'allenamento aerobica, perfetto per bruciare calorie e smaltire l'eccesso ponderale, andrebbero abbinati, in un secondo momento, anche esercizi di tipo anaerobico per aumentare la massa muscolare, rassodare, definire e tonificare i muscoli, disegnando meglio la silhouette.

 

Ottimi, per esempio i percorsi di fitness più moderni, come il cross fit, che abbina diverse discipline mixando la corsa con il sollevamento pesi, e gli esercizi di equilibrio e resistenza con quelli di potenziamento a suon di kettlebells.

 

Periodicamente, sempre per un massimo di tre settimane consecutive nell'arco di un anno, si può ripetere la dieta last minute, magari variando le ricette proposte in base alla stagionalità.

 

Si possono sostituire, per esempio, anche in base alle preferenze soggettive, le verdure e i frutti, sempre evitando, però, le varietà più caloriche e zuccherine, come le banane.

 

Leggi anche:

 

Dieta in vacanza

 

Dieta prova costume

 

Sponsorizzato

Scrivi commento

Commenti: 0