Dieta Paradiso

La dieta paradiso fu ideata da Silvano Cattaneo, medico e direttore di una famosa beautyfarm sul lago di Carda (Villa Paradiso) da cui ha preso il nome.

 

Dieta paradiso
Foto Villa paradiso

Come funziona la dieta paradiso.

 

A Villa Paradiso vengono proposte tre diete:

dimagrante (fase 1)

disintossicante (fase 2)

ed energetica (fase 3).

 

Fase 1

In pratica si tratta di una dieta mediterranea ipocalorica.

 

Fase 2

Senza grassi animali e con un apporto minimo di grassi vegetali. Non vi è un divieto assoluto per il vino (tranne per la dieta dimagrante), il caffè e il té.


La dieta viene integrata con diversi tipi di cure: fitoterapia, omeopatia,

fisiotera­pia, idroterapia, aromaterapia, trattamenti estetici.


La dieta paradiso dimagrante è piuttosto rigorosa; quella disintossicante serve anche come mantenimento dopo il dimagrimento, o per chi desidera perdere solo pochi chili.

 

Fase 3

La dieta energetica è stata studiata per chi non ha problemi di peso e per tutti coloro che hanno raggiunto il loro obiettivo attraverso le fasi 1 e 2.

 

Valgono gli stessi criteri delle altre due diete, ma aumentano la quantità e la frequenza dei pasti, compresi gli spuntini (frutta, marmellate, biscotti, budini).

 

Restano assolutamente banditi i grassi saturi, le fritture e alcuni altri "peccati".

 

Le calorie si contano in ogni fase della dieta.

 

La fase dimagrante della dieta paradiso (fase 1) è impostata secondo i principi della dieta Atkins, con alcuni adattamenti per ridurne gli inconvenienti.

 

In particolare, è stata fortemente diminuita l'introduzione di grassi ed è stata inserita una piccola dose di carboidrati la mattina.

 

Nelle altre fasi, l'assunzione di carboidrati è leggermente più libera.

Esempio di menù dieta paradiso

UN MENÙ TIPO

Ecco un esempio di menù della fase 1 (dimagrimento) adatto per l'inverno.

 

Prima colazione.

un pugnetto di crusca, un frutto di stagione o 125 g di yogurt magro: totale 100 calorie.

 

Pranzo:

insalata di sedano e riccia in salsa al basilico; consommé tiepido

Enrico IV; spiedino di pesce; verdure cotte: totale calorie 250.

 

Cena:

composizione insalata esotica; nodino di vitello grigliato al timo;

verdure crude: totale calorie 390.

 

Un menù disintossicante estivo potrebbe invece essere questo.

 

Prima colazione.

150 g di latte magro e caffè o té; due fette biscottate; un frutto di stagione: totale calorie 150.

 

Pranzo:

composizione di gamberetti alle erbette di campo; zuppa di verdura tiepida; tartare di manzo al tartufo; insalata mista; faitta fresca: totale calorie 480.

 

Cena:

carpaccio di trota affumicata; trenette alla polpa di granchio; Gratina al cartoccio; insalata di pomodori; dolce alle pere: totale calorie 990.

 

Nei due pasti principali sono consentiti:

40 g di pane o 2 bustine di cracker o 10 grissini o 8 fette biscottate.

 

La dieta Paradiso raccomanda un uso molto limitato del sale, una cottura moderata nei tempi e nell'intensità e un'assunzione minima di acqua durante i pasti.

 

La fase dimagrante è estremamente ipocalorica.

Se questo tipo di regime alimentare viene seguito per più di qualche giorno, si rischia di far rallentare il metabolismo e di innescare così la temuta 'altalena' di chili.

 

Il risultato è, in definitiva, un peso corporeo sempre crescente. Il nostro consiglio è di seguire questa dieta sotto il con­trollo di un medico.

 

Dove si può fare

A Villa Paradiso per un periodo di 8-10 giorni, poi a casa. (Visita il sito di Villa paradiso)

 

Indicazioni della dieta paradiso

Sovrappeso.

 

Controindicazioni 

La dieta dimagrante paradiso non andrebbe seguita a lungo senza la supervisione di un medico.

 


Scrivi commento

Commenti: 0