Dieta della verdura

In che cosa consiste la dieta della verdura. Seguire per alcuni giorni una dieta esclusivamente a base di verdure crude e/o cotte può già rappresentare una forma di riposo per l'apparato digerente, utile dopo un'indigestione o dopo qualche "strappo" o peccato di gola. 


Un effetto più rapido e più specifico, soprattutto se lo scopo è terapeutico, è assicurato da una monodieta, a base di un unico tipo di verdura. Vi proponiamo 5 esempi di menù con queste verdure: asparagi, carote, cavoli, patate, pomodori.

Dieta della verdura: 5 esempi di menù

Sponsorizzato

DIETA DI ASPARAGI.

Asparagi: remineralizzanti; aumentano le difese immunitarie; secondo alcune ricerche, indicati anche contro effetti mutageni e cancerogeni; calmanti, diuretici, disintossicanti; stimolano fegato e polmoni. Controindicati in caso di disturbi renali, cistite e reumatismo acuto.

 

Prima colazione: un bicchiere di centrifugato fresco di asparagi.


Metà mattina: brodo vegetale, ossia acqua di cottura degli asparagi con pochissimo sale e un poco di prezzemolo fresco.


Pranzo: 50 g di punte di asparagi fresche, crude, tagliate sottilissime e condite in insalata, con aggiunta di erbe aromatiche come dragoncello, aneto e timo; 250 g di asparagi lessati a vapore; secondo l'appetito, aggiungere altre insalate o verdure non amidacee.


Metà pomeriggio: brodo di asparagi.


Cena: a base di verdure crude e/o cotte.

 

DIETA DI CAROTE.

Carote, tonificanti, purificanti, remineralizzanti, diuretiche; regolarizzano le funzioni intestinali, calmano il colon irritabile; stimolanti per fegato e cistifellea, antianemici; secondo la tradizione, utili per la vista, la pelle, le unghie.

 

Prima colazione: un bicchiere di succo di carota.


Metà mattina: brodo vegetale, ossia acqua di cottura di carote, con aggiunta di erbe aromatiche e poco sale.


Pranzo: carote grattugiate crude, condite con poco olio e sale; carote lessate a vapore, eventualmente ridotte in purea.


Metà pomeriggio: un bicchiere di succo di carota.


Cena: come a pranzo.

 

DIETA DI CAVOLI.

Cavoli: disintossicanti per l'intestino, remineralizzanti; i crauti a fermentazione lattica, in particolare, e il loro succo/centrifugato bloccano l'eccessiva fermentazione intestinale e favoriscono l'instaurarsi di una sana flora intestinale; suggeriti anche per la prevenzione dei tumori.

 

Prima colazione: un bicchiere di succo di crauti (si trova nei negozi dietetici, altrimenti si ottiene centrifugando dei crauti a fermentazione lattica, crudi).

Metà mattina: come a colazione.


Pranzo: insalata di cavolo cappuccio o verza o cavolfiore, crudi, tagliati a striscioline finissime, condita a piacere; integrare secondo la fame con altre verdure crude o cotte, dando la preferenza a broccoli, cavolini di Bruxelles e simili.


Metà pomeriggio: come a colazione.

Cena: insalata di cavolo come a pranzo; minestra di riso integrale con cavolo rosso o cima di rapa.

DIETA DI POMODORI.

Pomodori: rinfrescanti, remineralizzanti, stimolanti l'appetito, diuretici, disintossicanti, antinfiammatori; utili in caso di astenia, stress, tendenza a malattie infettive.

 

Prima colazione: un bicchiere di centrifugato fresco di pomodori crudi, eventualmente conditi con un poco di tamari oppure con peperoncino e aglio.

 

Metà mattina: come a colazione.

 

Pranzo: insalata di pomodori con basilico e origano, a sazietà.

 

Metà pomeriggio: come a colazione.

 

Cena: come a pranzo; eventualmente consumare una minestra preparata con pomodori freschi, ma senza aggiunta di grassi.

 

DIETA DI PATATE

Patate, diuretiche; buon effetto dimagrante; utili in caso di gastrite, iperacidità, ulcere.

 

Prima colazione: due piccole patate lessate con la buccia, schiacciare e mangiare insieme con yogurt naturale.

 

Metà mattina: succo centrifugato fresco di una patata, una carota, un gambo di sedano, un poco di prezzemolo.

 

Pranzo: patate lessate con la buccia, condite con poco olio, aglio e prezzemolo (ma senza aggiunta di sale se si desidera un effetto drenante. diuretico e dimagrante); mangiarne a sazietà.

 

Metà pomeriggio: come a metà mattina.

 

Cena: zuppa di patate, cipolle e carote, condita come a pranzo; oppure purea di patate, però preparata senza aggiunta di latte o formaggio ma con solo brodo di verdure (non dado di glutammato).

 

Articoli correlati:

Dieta verde

 

Dieta delle patate 2 giorni

 

Dieta vegetariana

 

Centrifugato di frutta e verdura

Sponsorizzato

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Alessandra (domenica, 27 dicembre 2015 08:20)

    Ma le patate crude? Sono tossiche....

  • #2

    admin (domenica, 27 dicembre 2015 08:37)

    La leggenda metropolitana sulla pericolosità delle patate crude è quindi vera. Quel che le fonti allarmiste tralasciano però di dire, forse consapevolmente per conquistare qualche condivisione social in più, è come sia la quantità a fare la differenza. SEBBENE LE PATATE CRUDE FACCIANO IN EFFETTI MALE, È LA QUALITÀ DEL TUBERO A FARE LA DIFFERENZA Sebbene ogni individuo abbia soglie personali di sensibilità alle sostanze contenute nei cibi, servono teoricamente 2-3 chili di patate crude per intossicare un adulto di 70-80 chili di peso.
    Fonte http://www.agrodolce.it/2014/10/30/perche-le-patate-crude-pericolose/#