Dieta del minestrone bruciagrassi

Avrete sicuramente già sentito parlare di questo famoso metodo dimagrante noto come dieta del minestrone bruciagrassi. La sua creazione viene attribuita ora a una clinica americana ora al reparto di cardiologia di un ospedale di Barcellona, ma anche all'ospedale del Sacro Cuore di Montreal o all'Istituto di cardiologia della stessa città. 


Dieta del minestrone bruciagrassi
Minestrone

Il suo principio si basa sul consumo di un minestrone a base di verdure dalle proprietà dimagranti. Teoricamente, la si dovrebbe consumare a ogni pasto, compresa la prima colazione!

 

Ogni giorno, oltre al minestrone, è possibile assumere determinati alimenti, e solo questi, nell'ordine e nelle combinazioni indicati.

 

Il suo segreto risiede nel fatto che essa vi permette, da un lato, di eliminare scorie e tossine dall'organismo, dall'altro di bruciare più calorie di quante non ne consumiate.

 

Non solo potete, ma dovete mangiare il minestrone bruciagrassi in qualsiasi momento, a qualunque ora e... a volontà. È molto semplice da capire: più ne mangiate e più dimagrite!

 

Il grado di difficoltà di questa dieta dipende in gran parte dalla volontà di chi la segue, perché se è vero che il minestrone è squisito, e gli altri alimenti concessi piuttosto vari (entro certi limiti), è altrettanto vero che i menu diventano presto monotoni e possono suscitare un senso di noia.

 

Per il resto, nessun problema! Non c'è nulla da contare, pesare o misurare; nessun complicato menu da elaborare perché gli unici che dovrete seguire sono quelli prestabiliti.

 

I risultati che si possono ottenere con la dieta del minestrone sono estremamente rapidi e la diminuzione di peso a dir poco straordinaria. A partire dalla fine del terzo giorno, momento in cui comincerete ad avvertire i benefici della dieta, soprattutto in termini di energia, noterete una perdita di peso di 2-3 kg, e alla fine del settimo giorno, quando il vostro livello di energia sarà al massimo, avrete perso tra i 5,5 e i 7 kg.

 

Vantaggi, rischi e inconvenienti.

La dieta del minestrone non comporta veri e propri rischi per la salute e può essere ripetuta ogni qual volta lo si desideri. Tuttavia, a lungo andare, potrebbe insorgere uno stato di affaticamento associato a una perdita muscolare o ossea.

 

Per compensare la carenza di vitamine e sali minerali della dieta del minestrone bruciagrassi potete sempre ricorrere a integratori in capsule; ciò non sarà necessario se il regime viene seguito solo occasionalmente.

 

Economica, semplice e facile da mettere in pratica, la dieta ha il vantaggio di evitare il senso di fame perché, se l'appetito dovesse farsi sentire, potete sempre concedervi un piatto di minestra. In più è un ottimo metodo per depurare a fondo l'organismo.

 

Se decidete di seguire questo metodo vi sarà quasi impossibile accettare inviti a cena fuori casa, a meno che non portiate con voi il minestrone bruciagrassi!

 

Ma se andate al ristorante, potete sempre trovare nel menu qualcosa che avete il diritto di consumare quel giorno, non fosse altro che una coppetta di macedonia o un'insalata mista scondita.

 

Da fare e da non fare.

Potete adottare questa dieta tutte le volte che volete e per tutto il tempo che desiderate, a condizione però di prevedere un intervallo di due giorni tra un periodo e l'altro. Inoltre, se avete perso più di 7 kg, è consigliabile lasciar passare almeno una settimana prima di riprendere la dieta al giorno 1.

 

Ovviamente, se avete ancora qualche chilo di troppo, fate in modo di controllare l'alimentazione anche durante la settimana di pausa, evitando gli zuccheri, le sostanze grasse e i farinacei ad alto indice glicemico.

 

Evitate di assumere bevande alcoliche nelle 24 ore precedenti l'inizio della dieta e, al termine del settimo giorno, lasciate trascorrere almeno 24 ore prima di berne. Bevete moltissima acqua. Dovete tassativamente assumere un minimo di 6-8 bicchieri di acqua al giorno, o anche di più se possibile.

 

Fra le altre bevande concesse, potete scegliere tra succhi non zuccherati e puri al 100% (di frutta, nei giorni in cui è prevista frutta; di verdura, nei giorni in cui è prevista verdura), té nero e caffè, latte scremato e tisane senza zucchero.

 

La frittura, il pane e tutti gli alimenti a base di farina o zucchero, le bibite gasate, comprese quelle edulcorate, sono da abolire per l'intera durata della dieta. Lo stesso vale per tutte le bevande alcoliche, perché l'alcol ostacola l'eliminazione dei grassi.

 

Consumate tutti gli alimenti concessi nel momento in cui lo sono. Alcune persone sono convinte che, mangiando solo minestrone non accompagnato da frutta, verdura, carne o pesce, dimagriranno più in fretta. Il problema è che, agendo in questo modo, ci si espone a eventuali carenze alimentari.

 

La dieta del minestrone garantisce già di per sé risultati rapidi, e inoltre ha il prezioso vantaggio di apportare benefici all'organismo: deve perciò essere rispettata nella sua interezza.

Dieta del minestrone: menù per 7  giorni

Sponsorizzato

Non saltate mai un pasto e mangiate sempre finché non vi sentite completamente sazi.

Gli unici alimenti concessi nella dieta del minestrone sono quelli che compaiono nel menu giornaliero; tutti gli altri sono vietati. Se preferite potete sostituire la carne di manzo di un giorno con pesce alla griglia, bollito o cotto al forno, privato della pelle.


Giorno 1

Minestra a volontà, da consumare più volte nel corso della giornata, e frutta; sono consentiti tutti i tipi di frutta, a eccezione della banana. Preferite quelli a basso apporto calorico, come il melone e la mela. Avete anche diritto ai succhi di frutta puri al 100%, al té e al caffè non zuccherati.

 

Giorno 2

Minestra a volontà, da consumare più volte nel corso della giornata, e verdura; sono consentiti tutti i tipi di verdura, cruda o cotta, fresca, conservata o surgelata. Preferite però le verdure a foglia verde, evitando i fagioli, i piselli e il mais. A cena potete concedervi una grossa patata cotta al forno con burro o olio di oliva. Non dovete consumare né frutta né succhi di frutta. Accontentatevi di appetitose insalate a base di lattuga, pomodoro, cetriolo, radicchio, cipollotti, champignon, carota grattugiata ecc.

 

Giorno 3

Il giorno 3 è la combinazione dei due giorni precedenti. Minestrone a volontà, da consumare più volte nel corso della giornata, frutta e verdura a volontà, con le sole eccezioni della patata e della banana. Al termine di questo giorno, se non avete barato, avrete perso da 2 a 3 kg.

 

Giorno 4

Minestrone a volontà, da consumare più volte nel corso della giornata, con almeno tre banane e tanto latte scremato quanto siete capaci di berne. Le banane e il latte sono alimenti calorici, ma sono anche fonti indispensabili di proteine, glucidi, potassio e calcio. La banana ha anche la funzione di soddisfare la vostra voglia di dolce scongiurando così il rischio di 'crollare' per un dessert.

 

Giorno 5

Minestrone a volontà, da consumare più volte nel corso della giornata, e, per cambiare un po', carne di manzo e pomodori. Durante la giornata potete consumare da 0,5 a 1 kg di carne di manzo, accompagnandola con un massimo di sei pomodori, freschi o in barattolo. Per eliminare l'acido urico prodotto dalla carne, dovete tassativamente bere da 6 a 8 grandi bicchieri di acqua durante il giorno. Probabilmente non sentirete alcun bisogno di mangiare il minestrone, ma dovrete ugualmente sforzarvi di farlo consumandone come minimo una tazza.

 

Giorno 6

Minestrone a volontà, da consumare più volte nel corso della giornata, con carne di manzo e verdure, anche questi a volontà. Può trattarsi di una, due o anche tre bistecche, se lo desiderate, accompagnate da verdure preferibilmente verdi e da insalata.

Attenzione! Oggi la patata non è concessa. Come nel giorno precedente, dovete consumare almeno una tazza abbondante di minestra.

 

Giorno 7

Minestrone a volontà, da consumare più volte nel corso della giornata, con riso integrale e verdure a volontà, crude o cotte, come contorno o mescolate al riso. Avete anche diritto alla frutta e ai succhi di frutta puri al 100% e senza zuccheri aggiunti. Ancora un piccolo sforzo e... almeno una tazza abbondante di minestra durante la giornata.

 

Ci siamo! La settimana è terminata e, se avete rispettato tutte le indicazioni senza mai sgarrare, dovreste avere perso tra 5,5 e 7,5 kg.

Ricetta originale del minestrone: ingredienti e preparazione

Sponsorizzato

In teoria questa ricetta (originale) del minestrone dimagrante bruciagrassi, dovrebbe bastarvi per una settimana; in caso contrario, dovrete prepararla di nuovo. Potete suddividere la preparazione in due o tre volte se preferite una minestra più fresca.

 

Ricordate che non dovete aggiungere nessun altro ingrediente oltre a quelli indicati. Per beneficiare del suo effetto saziante, evitate di frullarla per ottenere un passato di verdure: il minestrone deve essere consumato così com'è.

 

Ingredienti 2 o 3 barattoli (400 g) di pomodori.

da 3 a 6 scalogni

1 sedano con il cuore e le foglie

800 g di fagiolini

2 peperoni verdi

1 kg di carote

1 litro di brodo di manzo o di pollo senza grassi

1 zuppa di verdure o di cipolle in busta

sale e pepe

curry

prezzemolo

aglio

salsa Worcestershire a piacere.

 

Preparazione del minestrone bruciagrassi.

Tagliate tutte le verdure nella grossezza desiderata e versatele in una grande pentola.

Aggiungete il brodo e la busta di zuppa di verdure e ricoprite di acqua.

Portate a ebollizione e fate bollire per circa 10 minuti.

Abbassate il fuoco e incorporate il sale, il pepe e gli aromi.

Lasciate cuocere finché le verdure non avranno raggiunto la consistenza desiderata.

 

La dieta del minestrone va seguita per sette giorni, al termine dei quali rimarrete sorpresi dai risultati raggiunti, ovviamente a condizione di non aver trasgredito alle prescrizioni. 

 

Condividi la dieta del minestrone con la ricetta ORIGINALE.

 

Leggi anche: Dieta delle zuppe (souping)

 

 


Scrivi commento

Commenti: 4
  • #1

    margot (domenica, 13 dicembre 2015 14:25)

    cosa si intende per busta di zuppa di verdure?

  • #2

    admin (domenica, 27 dicembre 2015 09:40)

    @margot: credo si tratti di verdure surgelate in busta già pulite e pronte da cuocere.

  • #3

    Raniera (giovedì, 28 gennaio 2016)

    Nel 7giorno c è il riso integrale ma quanto come peso?

  • #4

    PATRIZIA (lunedì, 01 febbraio 2016 10:40)

    PER UNA ZUPPA DI VERDURE SI INTENDE VERDURE CONGELATE TIPO FINDUS? MA QUELLE NON CONTENGONO ANCHE FAGIOLI O COMUNQUE LEGUMI ?
    GRAZIE