Dieta delle banane

La dieta delle banane è ideale per rimettersi subito in forma e affrontare il lavoro e gli impegni con l'energia richiesta. Le banane infatti hanno molteplici e preziose proprietà. Sono ricche di elevate quantità di potassio: una vera e propria manna che oltre a proteggere dall'ipertensione aiuta a sentirsi in forma e piene di vitalità, pronte ad affrontare un piano dieta con l'umore giusto. Inoltre, contengono vitamina B6, che aiuta a combattere le infezioni e la depressione.


Dieta delle banane
Dieta delle banane

Le proprietà della banana.

La banana, grazie al suo contenuto di zuccheri e carboidrati, nutre e sazia senza appesantire.

In più le vitamine e i sali minerali contenuti ne fanno un alimento ideale anche per gli sportivi.


In alcune diete, come quelle per i diabetici, è proibita, insieme con l'uva, i fichi, il cachi e altri frutti zuccherini.


Occorre quindi stare attenti a non associarla ad altri zuccheri, altrimenti invece di dimagrire si rischia di ingrassare.

 

La banana è ricca di vitamine A, B1, B2, C, PP e contiene anche vitamina E. Queste vitamine aiutano a mantenere la pelle luminosa e a combattere l'invecchiamento cutaneo. Inoltre mangiando banane si assume anche la vitamina B6, che favorisce il metabolismo delle proteine.


Come tutta la frutta, la banana non contiene grassi e quindi, se gestita nella dieta nella giusta dose e associata agli alimenti giusti, aiuta a fare la scorta di energie senza immettere nell'organismo grassi che possono depositarsi in zone critiche.

Defaticante e rimineralizzante.

 

La banana contiene potassio, calcio, fosforo e ferro. Grazie all'alto contenuto di potassio, indispensabile per il funzionamento del sistema cardiovascolare, la banana è una vera e propria manna contro la fatica. La presenza di questo prezioso minerale favorisce il buon funzionamento dei muscoli, cuore compreso, e aiuta a sopportare meglio l'impegno fisico e mentale. Il potassio si rivela utile anche per contrastare l'invecchiamento: non deve scendere ai livelli minimi, altrimenti si rischiano arresti cardiaci.

 

Le fibre alimentari e la pectina contenute nelle banane aiutano ad abbassare il colesterolo. Secondo alcuni interessanti studi, sembra che riescano a diminuire di 2/3 il livello di colesterolo nel sangue. A tutto vantaggio del cuore. Accessibile ed economica. Sono di facile reperibilità: si trovano al supermercato in ogni momento dell'anno ed inoltre sono una varietà di frutta poco costosa.


Questa dieta delle banane include un menu per ciascun giorno della settimana e che ha come base comune le banane. Se si presta attenzione al programma proposto e ai preziosi consigli riportati, sarà possibile perdere almeno 2 chili in una settimana.

 

Nonostante qualche piccola rinuncia alimentare, ti sentirai di buon umore, pronta ad affrontare tutti gli impegni che la quotidianità richiede. Grazie alla presenza di serotonina, infatti questo frutto eserciterà su e te un effetto calmante, cosa che non guasta mai e eh certamente aiuta quando ai sta seguendo un piano diete.

 

Recenti ricerche la indicano inoltre anche come un toccasana per chi soffre di ulcera, questo perché la banana è grado di stimolare le cellule dello stomaco a produrre muco protettivo che lo riveste internamente.

Come funziona la dieta delle banane

Sponsorizzato

A colazione associa del latte scremato o dello yogurt magro a una banana.

A metà mattina occorre mangiare una bella banana non troppo matura del peso di 200 grammi.


Lo spuntino di metà pomeriggio consisterà nel mangiare ancora una banana, sempre in un orario lontano dai pasti principali, magari in combinazione con un infuso di frutta.


Attenzione, scegliere sempre banane fresche e non disidratate in quanto in quest'ultimo caso le calorie potrebbero aumentare in modo rilevante.

Non mangiare banane acerbe perché possono risultare indigeste.


Anche se con le quantità consigliate in questa dieta non si dovrebbe soffrire la fame, se sei tra quelle che mangiano molto, cerca di bere più acqua in tutte le forme che preferisci: acqua oligominerale, a basso contenuto di sodio e con un basso residuo fisso; té, preferibilmente verde e tisane alla frutta.

Dieta delle banane menu per 7 giorni

Sponsorizzato

GIORNO 1

Colazione

Uno yogurt naturale magro con pezzetti di banana fresca (non più di 100 gr).

Metà mattinata

1 banana (non oltre i 200 gr.).

15 minuti prima di mangiare: bere un bicchiere d'acqua.

Pranzo

Un piatto di insalata di scarola, condita con un cucchiaino di olio extra vergine di oliva e un filo di aceto balsamico. Petto di tacchino alla piastra (130 gr) condito con limone e spezie aromatiche. Un piattino di fagiolini lessi conditi con gomasio (semi di sesamo tostati e salati).

Merenda

Un té verde e una banana di piccola taglia.

Cena

Brodo vegetale (vedi ricetta) a volontà. Filetto di sogliola alla piastra (150 gr). Una fetta di pane integrale.

 

GIORNO 2

Colazione

Un bicchiere di latte scremato e una banana. Una fetta biscottata.

Metà mattinata

1 banana (non oltre i 200 gr.).

15 minuti prima di mangiare: bere un bicchiere d'acqua.

Pranzo

Un piattino di cavolfiori lessi con patate, 2 cosce di pollo al forno senza pelle e uno yogurt magro.

Merenda

Un infuso di frutta e una banana di piccola taglia.

Cena

Un piatto di minestra di verdure, un trancio di media grandezza di pesce azzurro al forno con limone e uno yogurt magro.

 

GIORNO 3

Colazione

Uno yogurt naturale magro con pezzetti di banana fresca (non più di 100 gr).

Metà mattinata

1 banana (non oltre i 200 gr. = 132 calorie).

15 minuti prima di mangiare: un bicchiere di acqua.

Pranzo

Un piatto di funghi saltati con mais, aglio e prezzemolo, una buona porzione di calamari alla piastra e, come dessert uno yogurt magro.

Merenda

Una banana. Un infuso alla frutta.

Cena

Un piatto di insalata di carote con germogli di soia gli di soia, un filetto di tacchino alla piastra e, come dessert, uno yogurt magro.

 

GIORNO 4

Colazione

1 banana, un caffè con latte scremato o un té verde.

Metà mattinata

1 banana di piccola taglia.

15 minuti prima di mangiare: un bicchiere di acqua.

Pranzo

Un piatto di riso integrale con verdure (la quantità deve occupare più o meno 1/4 del piatto), 2 cosce di coniglio con salsa all'aglio e uno yogurt magro.

Merenda

Una banana.

Cena

Insalata di lattuga condita con un cucchiaino di olio extravergine e gomasio. Filetti di spigola al vapore conditi con limone. Una fetta di pane integrale.

 

GIORNO 5

Colazione

Una banana e un bicchiere di latte scremato.

Metà mattinata

1 banana di piccola taglia e una tazza di té verde.

15 minuti prima di mangiare: un bicchiere di acqua.

Pranzo

Un piatto di purea di zucca e/o di carote, un piccolo filetto di vitella alla piastra e uno yogurt magro.

Merenda Una banana.

Cena

Un piatto di porri gratinati al forno con un po' di formaggio grattugiato, un piccolo piatto di gamberi alla piastra conditi con aglio e prezzemolo e, per concludere, uno yogurt magro.

 

GIORNO 6

Colazione

Uno yogurt con pezzetti di banana (non oltre i 100 gr.), 1 fetta biscottata integrale e un caffè con latte scremato o una tazza di té verde.

Metà mattinata

1 banana di piccola taglia.

15 minuti prima di mangiare: un bicchiere di acqua.

Pranzo

Un piccolo piatto di pasta condita con aglio, verdure varie e un cucchiaino di olio extravergine di oliva. Filetto di orata o di spigola alla piastra e, come dessert, uno yogurt magro.

Merenda

Una banana e un infuso alla frutta.

Cena

Un piatto di insalata di finocchi con pomodori pachino, una scatoletta di tonno al naturale 100 gr di formaggio fresco e una mela.

 

GIORNO 7

Colazione

Uno yogurt magro con pezzetti di banana fresca (non oltre 100 gr.) e una tazza di orzo o di infuso.

Metà mattinata

1 banana.

15 minuti prima di mangiare: bere un bicchiere di acqua.

Pranzo

Un piatto di insalata dell'orto (pomodoro, lattuga, cipolla e carota) con mezza banana e due cucchiaiate di lenticchie cotte, 2 piccoli filetti di merluzzo al vapore e uno yogurt magro.

Merenda

Una banana e una mela.

Cena

Un piatto di minestra con spaghettini spezzati, una frittata di un uovo con un'insalata (pomodori, lattuga e cipolla) e uno yogurt magro.

 

Dieta di mantenimento.

Per mantenere il peso raggiunto, una volta terminata la dieta delle banane, è sufficiente alimentarsi seguendo alcune buone abitudini, vale a dire, mangiare in modo equilibrato. La dieta delle banane è stata appositamente pensata per far in modo che si cambino le abitudini alimentari e si riesca a mangiare in modo sano per sempre.

 

Per riuscirci, ecco i segreti:

Fare quattro pasti al giorno senza saltarne nessuno.

Bere almeno 2 litri di acqua al giorno.

Ridurre o eliminare il consumo di pasticcini, zucchero e, in definitiva, tutti i tipi di dolci che apportano pochi nutrimenti e molte calorie. Se proprio, di tanto in tanto, non se ne può fare a meno, evitare quelli elaborati con grassi e alimenti raffinati. Quando si ha voglia di qualcosa di dolce optare per una banana.

Evitare il sale e i grassi animali, le carni rosse e grasse, i piatti precotti e gli alcolici.

Aumentare il consumo di frutta, possibilmente fresca, verdure, legumi, cereali e pesce e cucinarli con la minima quantità di olio possibile o attraverso tecniche che non lo richiedono affatto (a vapore, al forno, al microonde).

 

Sponsorizzato

Scrivi commento

Commenti: 0