Dieta dell'insalata

Fresche, saporite e leggerissime. Parliamo dell'insalata, un piatto ricco di vitamine e minerali. Con un po' di disciplina, immaginazione e i nostri consigli, potrai godere dei tuoi sapori preferiti, senza perdere la linea.


Dieta delle insalate
insalate

Sì, siamo coscienti che spesso risulta molto difficile seguire con un certo rigore una dieta dimagrante.


Le scarse ore che dedichiamo alla cucina, il tempo che si passa fuori di casa, la vita lavorativa e sociale, gli aperitivi...

 

Proprio per questo i nutrizionisti si sono ingegnati a trovare una dieta compatibile con la mancanza di tempo.

 

Dove sta il segreto?

Nel mangiare insalate a tutte le ore. Sono facili da preparare e reperibili in qualsiasi supermercato, fresche, leggere e deliziose.

 

Ora lo sai, con la dieta dell'insalata è possibile (e semplice) dimagrire e rimanere in forma.

 

Consigli utili per seguire la dieta dell'insalata

La mela ha numerose proprietà benefiche.

Lo sappiamo, la birra e il vino sono buoni ma non fanno che aggiungere calorie.


Se la fame o le relazioni sociali vi obbligano, dovete ordinare:

Succhi naturali. Di qualsiasi tipo, potete prepararli in casa o comprarli al supermercato; quelli di ortaggi crudi contengono l'apporto di vitamine e minerali di cui necessiti e non appesantiscono.

 

Quelli di frutta che non siano zuccherati e magari diluiti in acqua costituiranno comunque una bevanda sana.

 

Birra senza alcol. Anche se non molto raccomandabili, se non resisti alla tentazione, prendi una "senza". Ti apporterà tutti gli stessi nutrienti della birra con alcol, dove si trova una maggior quantità di zucchero.

 

Bibite con poche calorie. Non sono le bibite più raccomandate ma sono permesse purché siano light o con poche calorie. Evita quelle che contengono gas se tendi ad accumularlo. In questo caso, prendi bibite che ne siano prive.

 

Infusi. Caldi o freddi sono ottimi: té, karkadè, erbe esotiche, menta. Sono il rimedio perfetto per la persona che non vuole bere soltanto acqua, possono sostituirla, se non contengono altri ingredienti.

 

In più, alcuni, come il succo di mela aiutano la digestione e altri aiutano a combattere la ritenzione dei liquidi, come la coda di cavallo (equiseto).

 

Puoi utilizzare un dolcificante.

Acqua, a litri. Durante la dieta dell'insalata bevete almeno 10 bicchieri di acqua al giorno.

 

L'acqua non solo ti idrata, visto che è il rimedio naturale per le persone che soffrono di ritenzione idrica, ma favorisce la digestione, purifica dentro e fuori e in più da un senso di sazietà.

 

LA DIETA DELL'INSALATA

durata: quello che desideri

perdita peso: i chili che ti affliggono

calorie: insalate multiple.

 

Segui la dieta dell'insalata per dimagrire e fare il pieno di vitamine e sali minerali.

Dieta dell'insalata: menù settimanale

Sponsorizzato

SEMPRE

COLAZIONE:

Opzione A: un caffè con latte scremato, una porzione di frutta, una fetta di pane integrale tostato.

Opzione B: uno yogurt scremato, una porzione di frutta, una fetta di pane integrale tostato.

MERENDA

Opzione A: uno yogurt scremato.

Opzione B: una porzione di frutta.

Opzione C: un caffè con latte scremato

 

Menù delle insalate.

 

LUNEDÌ

Pranzo

Insalata di lattuga, pomodori, sedano e carota grattugiata. Una porzione di pesce alla griglia, al forno o lesso. Un cachi.

Cena

Opzione A: insalata di lattuga, pomodori, tonno, olive nere, cipolla e cetrioli.

Opzione B: insalata di ananas naturale con prosciutto cotto.

 

MARTEDI

Pranzo

Insalata a base di lattuga, pomodoro, sedano e carota. Un filetto di vitella cotto alla griglia. Uno yogurt scremato.

Cena

Opzione A: insalata di fagiolini, polpa di granchio e pomodoro. Opzione B: insalata di polpo cotto all'agrodolce con pomodoro, cipolla e peperone.

 

MERCOLEDI

Pranzo

Insalata di lattuga, pomodoro, sedano e carota. Una porzione di frutti di mare alla griglia. Una pera.

Cena

Opzione A: insalata di lenticchie con tonno, cipolla, peperone e uovo sodo.

Opzione B: insalata di patate lesse, tonno, gamberetti, pomodori, peperoni e cipolla.

 

GIOVEDÌ

Pranzo

Insalata di lattuga, pomodori, sedano e carota tagliata. Una porzione di pesce alla griglia, al forno o lesso. Un grappolino d'uva.

Cena

Opzione A: insalata di carciofi, asparagi, mais, pomodoro, cipolla, sedano, uovo sodo e tonno al naturale.

Opzione B: insalata di cozze, gamberi, polpa di granchio, lattuga, pomodoro, cipolla e peperoni.

 

VENERDÌ

Pranzo

Insalata a base di lattuga, pomodoro, sedano e carota. Un filetto di vitella cotto alla griglia. Uno yogurt scremato.

Cena

Opzione A: insalata di pollo lesso, mela e ananas al naturale con salsa di yogurt scremato.

Opzione B: insalata di pollo lesso, formaggio bianco, lattuga, pomodoro, cipolla, sedano, carota, olive e peperoni.

 

SABATO

Pranzo Insalata di lattuga, pomodoro, sedano e carota. Una porzione di frutti di mare alla griglia. Una mela.

Cena

Opzione A: insalata di patate lesse, tonno, polpa di granchio, pomodori, peperoni e cipolla.

Opzione B: insalata di champignon con gamberi.

 

DOMENICA

Pranzo

Zuppa di verdure. Un piatto di pesce alla griglia, lesso o al forno. Una banana.

Cena

Opzione A: insalata di asparagi con gamberi.

Opzione B: insalata di lattuga, pomodoro, tonno, olive nere, cipolla e cetriolo.

Per le tue insalate cerca i condimenti light

Sponsorizzato

Per condire l'insalata, utilizza olio di oliva extravergine. In piccole dosi, può essere un alimento molto calorico (9 calorie per grammo) e sostituire l'aceto con il limone; in molto poco tempo ti abituerai al suo sapore.

 

Sostituire il sale con le spezie; finocchio, pepe nero, peperoncino.

 

Il sodio è uno dei peggiori nemici della ritenzione idrica e delle sue conseguenze, come ad esempio la sensazione di gonfiore.

 

Molto spesso si mangiano insalate fuori casa, la loro attrattiva principale sono le salse che le accompagnano ed è precisamente qui che si nasconde il maggiore apporto calorico delle insalate.

 

Chiedi un condimento leggero o condiscila tu stessa.

 

Se mangi a menù fisso, rinuncia ai contorni della carne e del pesce, soprattutto se sono patate fritte.

 

Se al momento dell'ordine chiedi che non ti siano serviti ti costerà meno che lasciarli nel piatto.

 

In ogni caso è raro che vi siano ristoranti dove non servano contorni di verdura cruda o cotta. Chiedili.

 

Evita, se possibile, le insalate con maionese che normalmente accompagnano alimenti elaborati con molti grassi.

 

Se te le servono senza avvisarti, mettile da un lato e non mangiarle.

 

Articoli correlati:

 

Tutte le proprietà delle Insalate: come sceglierle

 

Dieta verde

 

Dieta della verdura

 

Dieta della frutta

 

Sponsorizzato

Scrivi commento

Commenti: 0