Sugaring ricetta fai da te

Tutto quello che non sapete sul sugaring, o ceretta marocchina, una pratica vecchia di otre 3500 anni tornata alla ribalta. La base della ricetta? Zucchero e succo di limone.


Sugaring ceretta marocchina ricetta fai da te
Sugaring

Vogliamo parlarvi di una pratica di depilazione che è, contemporaneamente, una novità ed un "reperto archeologico".

 

Eh sì, il cosiddetto "sugaring", ceretta marocchina o con pasta di zucchero, infatti, ha origini antichissime pur essendo all'ultimo grido in tutti i centri estetici.

 

Viene menzionata nei papiri egiziani risalenti al 1700 a.C. e prevede un impasto di acqua, zucchero e succo di limone che forma delle palline da arrotolare sul corpo per portare via i peli superflui.

 

Questa antichissima tecnica è stata rivalutata e riportata in auge prima in Brasile, poi in Argentina e negli Stati Uniti e, infine, anche da noi grazie alle sue molteplici proprietà.

 

Innanzitutto si tratta di un metodo totalmente naturale (potreste farlo anche a casa, vedere la ricetta nel box), anallergico e che permette di depilare qualsiasi zona del corpo, anche le più delicate, con un dolore inferiore alla normale cera a caldo ed uno shock minimo della pelle, in quanto la pasta permette di avvolgere e portare via il pelo senza strappo.

 

È addirittura un metodo indicato per chi soffre di psoriasi ed eczemi cutanei e la capacità dello zucchero di rimarginare le ferite (veniva usato a questo scopo anche sui soldati feriti della prima Guerra Mondiale) permette un recupero più veloce della pelle nelle zone depilate, senza fastidiosi rossori, follicoliti o irritazioni.

 

Lo zucchero, inoltre, è un conservante naturale che non consente l'insediamento o la proliferazione di batteri, ecco perché si può dire che la pasta di zucchero potrebbe avere una scadenza pressoché infinita.

 

La presenza del limone è dovuta al suo uso come catalizzatore, per evitare la cristallizzazione dello zucchero, ecco perché nelle formulazioni fai-da-te si potrebbe anche non mettere, purché l'impasto sia usato immediatamente dopo averlo fatto.

 

La pasta di zucchero, infatti, ha anche questo vantaggio: si usa a temperatura ambiente, evitando tutti i fastidi e le possibili controindicazioni della ceretta a caldo.

 

Alcune paste in commercio, poi, prevedono anche l'aggiunta di altri elementi naturali, come aloè vera, olio di Argan o calendula, a scopo idratante ed emolliente.

 

Questo metodo che viene dall'Oriente non ha controindicazioni: può essere usato su uomini e donne indifferentemente, su tutte le parti del corpo e anche su peli molto corti (1-2 mm), non occorre l'uso di particolari strumenti né di strisce per lo strappo, non lascia residui (si rimuove con acqua tiepida, anche da mobili e oggetti) e permette un assottigliamento del pelo, applicazione dopo applicazione.

 

Ma passiamo ai consigli pratici: la tecnica di depilazione con la pasta di zucchero avviene attraverso una sorta di massaggio, ecco perché sarebbe indicato richiedere l'aiuto di un'estetista, almeno le prime volte.

 

Va innanzitutto eliminato ogni residuo di umido sulla pelle, perciò asciugate accuratamente le zone interessate, magari aiutandovi con del talco.

 

Riscaldate quindi la pasta di zucchero a bagnomaria per il tempo necessario, e lavorate il prodotto con le dita finché risulta elastico e malleabile.

 

Formate quindi una pallina con l'impasto e passatela sulla zona da depilare in direzione contraria alla crescita del pelo, poi nel senso inverso.

 

Quando la pallina si riempie di peli, va sostituita con una nuova.

 

Per eseguire una depilazione completa di braccia e gambe si utilizzano circa 3-4 palline da 10 grammi ciascuna ed è necessaria 1 ora /1 ora e mezza di tempo.

 

Con questo metodo la ricrescita dei peli avverrà nuovamente dopo 5-6 settimane e risulteranno più radi e meno scuri.

Sugaring, ceretta marocchina: la ricetta fai-da-te

Sponsorizzato

Per creare il “sugaring” a casa con l’impasto di zucchero bastano:

200 g di zucchero

50 g di succo di limone

50 g di acqua.

 

Preparazione del sugaring.

Mescolate tutti gli ingredienti in un pentolino e mettetelo a scaldare a bagnomaria per 15-20 minuti (o finché risulta liquido).

 

L'impasto dovrà diventare di un colore ambrato, simile al miele. A questo punto toglietelo dal fuoco e travasatelo in un barattolo di vetro per lasciarlo raffreddare.

 

Una volta tiepida, la pasta di zucchero è pronta all'uso.

 

Dopo la depilazione potrete conservare il sugaring nel barattolo ben chiuso e riscaldarla a bagnomaria la volta successiva.

Sponsorizzato

Scrivi commento

Commenti: 0