Le proprietà del Crescione

Il crescione (Nasturtium officinale) è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Crocifere che cresce nei pressi di fossi e ruscelli o comunque nelle zone boschive umide, ricoprendo la superficie di un tappeto di tenere foglie verdi.

Crescione proprietà e benefici
Crescione

Il crescione è ricco di vitamine (A, C e D), di ferro e di iodio, mentre il contenuto di minerali oscilla in base al tipo di acqua in cui è cresciuto. La pianta va consumata fresca, perché l'essicca­zione compromette i glucosidi solforati di cui è ricca.

 

Ricordate di lavare molto bene il crescione prima di man­giarlo, perché l'acqua in cui cresce potrebbe contenere lar­ve di parassiti o batteri come quelli del tifo; inoltre accerta­tevi che il corso d'acqua non sia inquinato.

 

Dopo il lavaggio sotto acqua corrente, lasciatelo macerare in acqua e aceto per 10-15 minuti.

 

Il crescione è un ottimo antibiotico naturale indicato in ca­so di infezioni alla vescica e ai bronchi. Ha effetto coagulan­te, cicatrizzante, leggermente antidolorifico, abbassa lieve­mente la pressione sanguigna e rinforza le mucose dello stomaco.

 

Nei mesi invernali è un valido dispensatore di vitamine, e aggiungerlo nell'insalata dovrebbe diventare una sana abitu­dine quotidiana. Provate anche a mettere su formaggi fre­schi morbidi o sulla ricotta un trito di crescione ed erba ci­pollina e un cucchiaio di olio di lino: otterrete un piatto semplice e ricco di elementi salutari.

 

Il crescione ha eccellenti doti depurative del sangue, e in questa veste è spesso consigliato come suppone nelle cure delle malattie dermatologiche Se utilizzato per più mesi aiuta a curare il gozzo causato dal! ipotiroidismo. grazie al suo alto contenuto di iodio.

 

Come depurativo delle vie urinarie invece è preferibile as­sumerlo sotto forma di infuso: versate 1/4 di 1 d'acqua bol­lente su 2 cucchiaini da te di foglie fresche sminuzzate, co­prite la tazza e lasciate in infusione per 15 minuti.Bevetene 4 tazze il giorno.

 

Per salvaguardare i principi artivi potete fare un infusione a freddo, cioè mettere 100 g di foglie fresche in 1 1 d acqua, lasciarle riposare tutta la none e bere il preparato nell arco del­la giornata.

 

Per fronteggiare un raffreddore o una bronchite, ma anche per disintossicarsi dalle tossine accumulate durante l'inver­no, è indicato il succo fresco di foglie di crescione, che po­tete ricavare dalla pianta usando il passaverdura o la centri­fuga, oppure acquistarlo in erboristeria.

 

Per un disturbo in fase acuta prendetene 3 cucchiai da tavola il giorno, mentre per una cura disintossicante, contro eruzioni o dolori reu­matici sono sufficienti 2 cucchiai ogni giorno per almeno 6 settimane.

Questo preparato può essere sfruttato anche in caso di parassiti intestinali.

 

E' altamente sconsigliato utilizzare il crescione durante la gravidanza, in quanto stimola le contrazioni uterine.

 


Scrivi commento

Commenti: 0