Dieta dinner cancelling

Quando si tratta di eliminare gli accumuli di grasso localizzati, soprattutto a livello addominale, può risultare più facile e comodo saltare completamente un pasto, ovvero la cena, che non calibrare attentamente porzioni e principi nutrienti. Con la dieta dinner cancelling, si perdono 2 chili in due giorni e una taglia di girovita.


Dinner cancelling, saltare la cena per dimagrire
Dieta dinner cancelling

Non è uno scherzo, ma una verità che deriva da attenti studi e analisi compiuti in Germania da parte di un gruppo di nutrizionisti di fama mondiale.

 

Saltare la cena può risultare utile al fine del dimagrimento.

 

Certo, un comportamento del genere applicato senza alcun rigore è deleterio e sul lungo periodo può influenzare negativamente il metabolismo, rallentandolo.

 

Seguito, però, con cognizione di causa e consumando gran parte degli alimenti concessi nella prima parte della giornata (e comunque non oltre le 17-18), si riesce a ottenere una perdita di peso consistente e costante e si permette all'organismo di sfruttare appieno i benefici del riposo notturno.

 

Con la dieta dinner cancelling si consumano pasti ben strutturati durante la giornata, ma mai dopo le 5-6 del pomeriggio. È concessa una tisana (o una camomilla) prima di coricarsi e nient'altro.

 

Il risultato? In due giorni di dieta si possono perdere fino a 2 chili e una taglia di girovita.

 

Questo significa che, iniziando questa dieta il giovedì e proseguendola anche il venerdì, si ottiene una pancia superpiatta: perfetta per un weekend al mare. Senza contare il senso di benessere e vitalità che questa "astuzia" regala, in quanto l'organismo non affaticato dalla digestione notturna riesce a sfruttare al meglio le ore di sonno e, quindi, a recuperare energia e forza psicofisica.

 

Come funziona la dieta dinner cancelling.

Il dinner cancelling ha una sola (e semplicissima) regola: si salta la cena. Quanti benefici possano derivare da questa abitudine lo testimonia il fatto che molte persone, una volta intrapreso questo percorso "giusto per la prova bikini", ne hanno poi fatto un vero e proprio stile di vita, in grado di garantire forma fisica e silhouette invidiabili per sempre.

 

È semplice: colazione, pranzo e spuntini sono quasi liberi, ma poi non è concesso mangiare più nulla dopo al massimo le 6 del pomeriggio.

 

NON SI CALCOLANO LE CALORIE.

In una quotidianità fatta di mille incombenze, perdere peso riuscendo a liberarsi dalla schiavitù delle calorie e dei menu imposti è una grandissima conquista.

 

In più, niente effetto yo-yo. Pur garantendo una perdita di peso costante, infatti, con il dinner cancelling non esiste il rischio riacquistare il peso perduto, soprattutto se diventa uno stile di vita messo in pratica con regolarità e serenità (per esempio, per un paio di giorni alla settimana).

 

CON IL DINNER CANCELLING SI DEPURA L'ORGANISMO.

Alleggerire l'organismo dell'impegno digestivo serale lo aiuta a mettere in moto tutti quei processi detossinanti e depurativi che gli consentono di sgonfiarsi, eliminare i liquidi in eccesso e smaltire scorie e tossine. Così, la mattina seguente l'addome è realmente più piatto e tonico.

 

Durante il secondo giorno di dieta, come spuntino della mattina, è previsto un frullato di frutta fresca di stagione. Nella giornata, poi, è consigliato bere almeno due litri di acqua naturale liscia e/o tisane o infusi.

 

IL DINNER CANCELLING MIGLIORA LA QUALITÀ DEL SONNO.

Rinunciare alle cene pesanti significa rimettere a disposizione dell'organismo quell'energia che sarebbe stata impiegata per utilizzare e digerire gli alimenti consumati durante il pasto serale. Ciò significa grande benessere e voglia di fare, e un addio definitivo ad apatia e stanchezza.

 

Le regole da seguire nella dieta dinner cancelling.

Niente calcoli e ricerca affannosa di alimenti particolari: con il dinner cancelling per due giorni si salta la cena e si rinuncia a tutti i cibi (solidi) dopo le 6 del pomeriggio.

 

Dopo quest'ora sono concesse solo tisane (o per chi non ha voglia di trafficare con pentolini e infusori va benissimo la camomilla), mentre durante la giornata è vivamente consigliato nutrirsi con alimenti sostanziosi e nutrienti, in modo da non avvertire fame o senso di vuoto durante il digiuno serale.

 

Il programma qui descritto deve essere seguito solo per due giorni e consente di perdere una taglia, soprattutto a livello del girovita, in quanto sgonfia e drena molto, ma riesce anche a intaccare gli accumuli adiposi più ostinati rappresentati dal grasso addominale.

 

È importante bere almeno due litri di acqua naturale non gassata e/o tisane leggere o infusi gradevoli durante la giornata. Sono vietatissimi, invece, alcolici, succhi di frutta industriali e caffè.

Dieta dinner cancelling: il programma

Sponsorizzato

1° GIORNO

Colazione: 200 g di yogurt magro; 2 cucchiai di muesli; 1 cucchiaino di miele vergine integrale.

 

Spuntino: 1 fetta di torta tipo crostata.

 

Pranzo: Sogliola (grande) con pomodoro, olive nere e origano; fagiolini in insalata conditi con un cucchiaino di olio extravergine di oliva; 1 panino integrale (60 g).

 

Spuntino preserale: Un toast con prosciutto cotto magro (2 fette), fontina (3 fette) e sottaceti (se graditi); macedonia di frutta mista al naturale.

 

2° GIORNO

Colazione: 1 tazza di té verde; 2 fette di pane integrale con un velo di miele o marmellata, a piacere.

 

Spuntino: Frullato di frutta fresca di stagione (200 ml).

 

Pranzo: fesa di tacchino alla piastra (150 g); verdure miste (peperoni, zucchine, melanzane) alla griglia; 1 panino (60 g).

 

Spuntino preserale: Un toast con salmone affumicato (4-5 fettine),  pomodoro e maionese light; 2 fette di ananas al naturale.

Dieta di mantenimento

Sponsorizzato

Se il dinner cancelling ha conquistato anche voi, oltre che gli sguardi invidiosi alla prova costume, perché non trasformarlo in un'abitudine da seguire per due o tre giorni alla settimana?

 

Magari prevedendo il consumo di un pasto serale leggerissimo e gratificante, come una tazza di latte (oppure di soia o dì avena) con un panino integrale tostato (o semplicemente lasciato a seccare per un paio di giorni).

 

DA GUSTARE SENZA LIMITI ALLA SERA.

Ecco che cosa è possibile gustare alla sera mentre si guarda la tv o ci si intrattiene con gli amici o, ancora, ci si coccola con un bagno.

 

Acqua naturale.  A temperatura ambiente con succo di limone.

 

Siero di latte. Già ai tempi degli antichi Greci il siero di latte veniva impiegato per depurare l'organismo. Si trova in certe erboristerie oppure, se si fa lo yogurt in casa, è quel latticello giallino che si forma in superficie al termine del processo di fermentazione.

 

Kefir. È una bevanda ottenuta dalla fermentazione del latte, utile perché contribuisce a placare un'eventuale sensazione di fame e perché favorisce il processo di depurazione dell'organismo. Inoltre, contiene fermenti lattici in grado di ripristinare o riequilibrare la flora batterica intestinale.

 

Lapacho. È un té che si ricava dalla corteccia di un albero tropicale. Valido come depurativo è anche una bevanda fortemente rinvigorente e stimolante (simile come benefici all'echinacea e al ginseng), ma senza caffeina né teobromina, così non provoca tachicardia o insonnia. Si trova in erboristeria e nei negozi di alimenti biologici.

 

Il dinner cancelling "sotto mentite spoglie" esisteva già da tempo nella tradizione contadina mediterranea.

 

Il proverbio recita infatti: mangia "come un re a colazione, come un principe a pranzo e come un povero a cena".

 


Commenti: 0