Ricetta Hummus di cavolfiore

L’hummus è una salsa proveniente dal Medio Oriente, utilizzata spesso come antipasto o come spuntino di mezza giornata. Numerose sono le varianti, ma quella principale si basa su un equilibrato mix di ceci, sesamo, aglio, limone e cumino. 


Dato che i legumi non sempre si combinano bene con le altre portate, nella versione proposta oggi ho deciso di sostituire i ceci con il cavolfiore romanesco, che è molto ricco di ferro, indispensabile per chi segue una dieta vegana. Questo prezioso oligoelemento sarà assimilato più facilmente grazie alla vitamina C contenuta nel limone, altro ingrediente fondamentale per questa ricetta vegana.

ricetta vegana: hummus di cavolfiore
Ricetta hummus di cavolfiore

Hummus di cavolfiore: ingredienti e preparazione.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

1/2 cavolfiore romanesco.

1 cucchiaio di tahin (vedi ricetta in fondo.

1 cucchiaino di aglio in polvere.

Il succo di un limone.

1 cucchiaio raso di cumino polvere.

Foglie di rucola.

Olio extravergine d'oliva.

Sale.

Preparazione.

Lessate per pochi minuti il cavolfiore romanesco, precedentemente lavato e ridotto in rosette, in abbondante acqua salata.

 

Scolate il cavolfiore quando sarà tenero ma ancora croccante, e immergetelo in un recipiente di acqua e ghiaccio per mantenere il suo colore brillante. Scolatelo di nuovo.

 

Tagliate il cavolfiore a piccoli pezzi e mettetelo nel robot da cucina insieme al succo di limone, al cumino, al tahin, all'olio e all'aglio, e frullate il tutto fino ad ottenere una crema spalmabile.

 

Regolate di sale se necessario, e servite l’hummus di cavolfiore accompagnandolo con foglie di rucola.

Ricetta Tahin fatto in casa.

Sponsorizzato

Il tahin è una crema di semi di sesamo, molto ricca di calcio e vitamine del gruppo B, che viene utilizzata come base in preparazioni tipiche mediorientali come l’hummus che presentiamo in questa pagina.

 

Prepararlo è facile basta tostare leggermente in un padellino antìaderente 100 g di semi di sesamo biologici lasciarli raffreddare e poi tritarli in un frullatore aggiungendo poco a poco dell'olio di semi di sesamo e un pizzico di sale, fino a ottenere un composto omogeneo.

 

Il tahin si può conservare per qualche giorno in frigorifero, in un contenitore di vetro a chiusura ermetica.

 

Leggi le altre Ricette vegetariane


Scrivi commento

Commenti: 0