Irisina, l'ormone dello sport per dimagrire

Durante l'attività fisica si produce irisina, una sostanza benefica per le ossa e per la linea. Una molecola che rinforza le ossa e aiuta il metabolismo: è l'irisina. Un ormone, finora poco conosciuto,  che aumenta facendo attività sportiva e i cui effetti, interessanti anche per futuri farmaci, sono stati individuati e approfonditi da uno studio tutto italiano, condotto dall'Università di Bari in collaborazione con l'Università di Ancona


L’irisina bruciagrassi, il metabolismo è più attivo per dimagrire
Irisina ormone

Ecco come agisce l'irisina e perché sarà sempre più importante per la nostra salute.

 

L'organismo produce irisina durante l'attività fisica: i suoi livelli aumentano nel sangue proporzionalmente all'attività fisica.

 

Questa molecola è stata identificata negli esseri umani solo nel 2012 con uno studio dei ricercatori dell'Harvard Medical School di Boston su due gruppi di volontari, uno a cui era stato chiesto di praticare attività fisica intensa, e l'altro che doveva mantenere invariati i propri livelli di movimento.

 

È stato così dimostrato come l'irisina avesse un effetto sul tessuto adiposo favorendo la trasformazione del grasso bianco in grasso bruno, una forma di grasso considerato benefico per l'organismo.

 

Per questo si era cominciato a pensare che questa molecola potesse intervenire per contrastare l'accumulo di grasso bianco.

 

Le ricerche, invece, ne hanno evidenziato un'altra proprietà altrettanto importante: quella di rinforzare le ossa.

 

L’irisina bruciagrassi, e il metabolismo è più attivo per dimagrire!

 

Anche l'azione sui depositi adiposi, la prima per cui l'irisina era stata studiata, però, sembra da non sottovalutare.

 

L'irisina contribuisce ad aumentare le percentuali di grasso bruno che può essere definito un "bruciagrassi" naturale: il grasso del nostro corpo, infatti, non è tutto uguale.

 

Il grasso bianco, per esempio, quando è in eccesso può rivelarsi molto pericoloso.

 

Può diventare, infatti, una fonte di sostanze infiammatorie che danneggiano alcuni organi più resistenti favorendo l'insorgenza di malattie che sono molto diffuse negli obesi come le malattie cardiovascolari e il diabete.

 

Per questo i preparati a base dì irisina, quando in futuro fossero sviluppati, potrebbero rivelarsi utili non soltanto ma per il trattamento dell'obesità ma anche come parte dì una cura per il diabete di tipo 2, quello legato agli errati stili di vita, e per migliorare i processi metabolici del l'organismo.

 

Ossa più resistenti!

 

Proprio sulle ossa l'irisina sembra agire in modo più immediato. I ricercatori hanno visto che, a livello osseo, l'effetto benefico di questa molecola si ha anche a concentrazioni molto più basse di quelle necessarie per agire sul grasso.

 

Questo apre una prospettiva nuova nel trattamento dell'osteoporosi. L'obiettivo è creare un farmaco che possa aiutare chi non può fare attività fisica, perché è costretto all'immobilità per motivi diversi.

 

Una prospettiva incoraggiante che ci ha spinti a depositare il brevetto: questo significa che se l'irisina verrà sviluppato come farmaco, questo sarà tutto italiano.

Irisina: in attesa di un farmaco...

Sponsorizzato

In attesa di un futuro farmaco, che aiuterà chi ha problemi a muoversi, è bene favorire la produzione di irisina naturalmente, praticando sport in modo adeguato.

 

Sapere che questa molecola migliora la qualità e la resistenza delle ossa e fa bruciare più facilmente i grassi è un motivo ulteriore per fare sport in modo costante.

 

Un'attività fisica personalizzata, da praticare con regolarità e in modo adeguato all'età e alle problematiche dì ciascun individuo, è indispensabile.

 

Quando si fa sport si producono sostanze (l'irisina e altre) che agiscono in modo benefico e su tanti organi diversi.

 

Fra l'altro bisogna sottolineare che la produzione di irisina è stata riscontrata sia praticando attività fisica di tipo aerobica che anaerobico, nella corsa, per intenderci, come negli esercizi di potenziamento muscolare.

 

Questo è stato verificato analizzando direttamente i livelli della sostanza nel siero degli atleti.

 

Per approfondire su Irisina per dimagrire: 

http://www.lastampa.it/2015/08/17/scienza/tuttoscienze/lormone-dello-sport-esiste-si-chiama-irisina-e-aiuta-a-dimagrire-tN0jqV4AgRr4xHMY4RkYXM/pagina.html

Sponsorizzato

Commenti: 0