Mangiare ogni tre ore per dimagrire

A volte, il solo pensiero di seguire una dieta può metterci di cattivo umore. Pesare gli alimenti, misurare le porzioni, rinunciare a certi desideri, non ci invoglia di certo a cominciare una dieta dimagrante. Senza dubbio, per dimagrire poco a poco, senza rendersene conto e senza soffrire troppo, non c'è bisogno di imporsi tali privazioni. Come? Mangiando tre ore!


Mangiare ogni 3 ore per dimagrire senza dieta
Mangiare ogni 3 ore

Per dimagrire non devi lasciare che il tuo stomaco soffra la fame, è bene mangiare ogni tre o quattro ore, ma in porzioni moderate e non devi nemmeno rinunciare a un appetitoso piatto di spaghetti, se non lo accompagni con sughi elaborati e lo mangi una sola volta alla settimana. 

 

Allora, se devi perdere qualche chilo, non aspettare oltre, e decidi di dimagrire senza tormentarti e senza troppe privazioni.

 

Fallo, invece, senza rinunciare al tuo ritmo, con calma e cautela e magari... senza dieta. Il segreto è mangiare ogni tre ore! Non solo dimagrirai ma manterrai il peso forma ideale.

 

Mangia di più durante il giorno e poco invece la sera per non prendere chili superflui.

Mangiare ogni tre ore: menu e alimenti consigliati 

Sponsorizzato

LA COLAZIONE.

Una buona colazione potenzia il rendimento fisico e psichico durante tutta la mattina. Può essere pianificata nel tempo. È un pasto che non sfugge al nostro controllo, come può avvenire per i pasti consumati al ristorante o con quelli rapidi.

 

Con la colazione occorre apportare il 25% di calorie giornaliere (tra le 400 e le 600, secondo l'attività fisica, l'età, il sesso, e se si desidera dimagrire).

 

I carboidrati semplici: un frutto o del miele su una fetta biscottata.

I carboidrati complessi: come di cereali integrali (senza zucchero aggiunto) o una fetta di pane integrale.

Alcuni grassi: margarina vegetale, un filo di olio extravergine di oliva.

Fibra: quella dei cereali e della frutta.

Liquidi: infusi, succo o acqua.

Proteine: una fetta di arrosto di tacchino, un uovo sodo, un bicchiere latte.

Prepara la colazione la sera prima per aver modo di mangiare calma.

 

UN PICCOLO SPUNTINO.

Dopo circa tre ore è necessario uno spuntino, per sedare la fame e per far sì che il tempo tra i due pasti principali non risulti troppo lungo.

 

Lo spuntino deve apportare tra il 10 e il 15% circa delle calorie totali giornaliere.

 

Ricorri ad alimenti preparati in casa: sono meglio di quelli industriali. Evita gli spuntini ricchi di zuccheri ad assorbimento rapido.

 

Il cioccolatino a metà mattina non sazierà la tua fame e dopo pochi minuti tornerai a sentire la sensazione di vuoto allo stomaco. Cerca di non superare le 150 o le 200 calorie.

 

Scegli quegli alimenti che abbiano abbastanza fibra. Ti permetteranno di arrivare al prossimo pasto senza l'ansia di divorare tutto quello che hai intorno.

 

Un vasetto di yogurt magro, un frutto e un cucchiaio di cereali integrali. Un mini sandwich costituito da pane integrale, una fetta di mozzarella e un'altra di arrosto di tacchino.

 

Due gallette di riso e una fetta di prosciutto cotto oppure di arrosto di tacchino.

 

DOPO TRE ORE: UN PRANZO COMPLETO.

Durante il pranzo dovrebbero consumarsi un 40% della quantità totale delle calorie giornaliere (tra le 600 e le 900). L'ideale è prendere qualcosa di saziante e che aggiunga poche calorie come primo piatto.

 

Come secondo occorrono proteine e di tanto in tanto una minima porzione di carboidrati. Le porzioni devono essere piuttosto contenute.

 

Un buon trucco è servirsi il primo e il secondo nello stesso piatto, per evitare di assumere porzioni troppo abbondanti.

 

Primo piatto

Un piatto di verdura abbondante che offra un gran senso di sazietà come il cavolfiore, le bietole, gli spinaci.

 

Secondo piatto

Una fonte di buone proteine (pesce, carne bianca, carne rossa senza grasso, legumi...). Di tanto in tanto si possono aggiungere carboidrati (patate cotte, riso bollito). Le patate fritte riservale soltanto per occasioni molto speciali.

 

Pane.

Si può accompagnare il secondo con una porzione di pane (l'ideale è integrale), a meno che non lo si faccia con una di carboidrati.

 

Dessert.

Concludere il pranzo con un frutto di stagione a piacere o con uno yogurt,  meglio se magro.

Dopo il dessert, prendi un digestivo (a base di finocchio, ai menta, mela), così eviterai, o almeno attenuerai, la sgradevole sensazione di gonfiore.

 

DOPO TRE ORE: UNA MERENDA ADEGUATA.

Deve apportare tra il 10 e il 15% delle calorie totali giornaliere. Aggiungi varietà: una dieta monotona, dove gli alimenti che si consumano sono sempre gli stessi, servirà soltanto a farti odiare la dieta e ad abbandonare il campo. 

 

È meglio che gli spuntini di metà mattina non siano molto ricchi di carboidrati, a meno che non si decida di prendere la merenda presto (prima delle 5) o di fare sport prima di fare merenda.

In entrambi i casi, non dovrai limitarli.

 

Scegli delle proteine con verdure, è la scelta migliore. Due carote crude da "intingere" nel formaggio fresco, come se fosse un pinzimonio.

 

Mezzo pomodoro tagliato a metà con un cucchiaino di olio extravergine d'oliva, sale, aglio e prezzemolo e una fetta sottile di prosciutto crudo al quale, comunque andrà tolto il grasso.

 

Un brodo di verdure senza grasso e un paio di formaggini magri. Uno yogurt magro e una mela.

Abbina il dolce al salato. In estate avrai voglia di alimenti crudi ma in inverno un brodo funzionerà perfettamente.

 

DOPO TRE ORE: UNA CENA LEGGERA.

Durante l'ultimo pasto del giorno cerca di non superare il 20% delle calorie totali quotidiane, il che presuppone una quota di circa 400-550 calorie.

 

La cena deve essere molto leggera. Evita i carboidrati e scegli le proteine. Ricorda che durante la notte l'ormone cortisolo è ai minimi livelli e la maggior parte degli alimenti ingeriti si immagazzinano come riserva di energia. 

 

Le zuppe, fredde o calde, e le creme di verdura sono un'eccellente alternativa. Preparale in casa o comprale già pronte, ma senza grassi.

 

Primo piatto

Una zuppa di verdure, molto saziante o un purè di verdure. In estate, puoi ricorrere a zuppe fredde (meglio senza aggiungere pane) o alle insalate verdi miste.

 

Secondo piatto

Proteine, che puoi accompagnare con porzioni più abbondanti di verdure.

 

Pane.

Una porzione di pane, possibilmente integrale (se non hai molto appetito, eliminala).

 

Dessert.

Uno yogurt magro come dessert. Se non hai mangiato molta frutta durate il giorno, puoi consumarla durante la cena, ma considera che, sebbene sia sana, non conviene superare la dose di 2 o 3 frutti al giorno.

 

È bene che tra la cena e l'andare a letto passi almeno un'ora e mezza o due ore. Se hai una gran fame prima di andare a letto, prendi, una mezz'ora prima, un infuso rilassante (tiglio, valeriana, camomilla).

 

Mangiare ogni tre ore è una raccomandazione alimentare che va applicata in tutti i casi, in quanto è il modo migliore per seguire una dieta sana ed equilibrata, e dimagrire!

 

Leggi anche: La dieta dei 6 pasti al giorno

 

Sponsorizzato

Scrivi commento

Commenti: 0