Curcuma per dimagrire

Aiutando il lavoro di organi come intestino, fegato e reni, la curcuma favorisce la depurazione dell'organismo, condizione fondamentale per dimagrire.  In questa pagina ti proponiamo una dieta dimagrante con un menù completo che ti permette di assumere, ogni giorno, un poco di curcuma in tutti i tuoi piatti! Continua a leggere...


Dieta con Curcuma per dimagrire
Curcuma

A beneficiare della curcuma è praticamente ogni parte del nostro corpo. E anche il metabolismo nel suo complesso trae vantaggio dall'uso frequente di questa spezia.

 

Se desideri dimagrire con la curcuma, devi portarla in tavola spesso ed eventualmente ricorrere a un integratore che la propone in forma concentrata, ti aiuterà a perdere peso, ma soprattutto a migliorare l'impatto positivo di una dieta dimagrante.

 

I principi attivi della curcuma, ovviamente in primo luogo la curcumina, sono in grado di agire direttamente sulle cellule adipose, ma il loro contributo è anche indiretto, poiché agiscono contrastando quelle condizioni che sono correlate al sovrappeso e che, oltre a rendere difficile (se non impossibile) il dimagrimento, possono arrivare a pregiudicare anche lo stato di salute.

 

Sono molti gli studi che dimostrano, ad esempio, l'utilità della curcuma nel contrastare l'infiammazione cronica di basso livello, che può essere indotta anche dalla presenza di un eccesso di tessuto adiposo.

 

Secondo alcune ricerche la curcumina sarebbe in grado di inibire l'attivazione di alcuni agenti infiammatori, favorendo, per contro, l'espressione dell'adiponectina, una molecola che viene secreta dagli adipociti che ha come funzione quella di spingere il corpo a utilizzare i grassi di riserva.

 

Si tratta di una molecola che svolge un ruolo importante nella perdita di peso, poiché si comporta come un acceleratore del processo di dimagrimento.

 

La curcuma fa dimagrire!

Aggiungere curcuma a un regime dietetico corretto e finalizzato al dimagrimento può servire a ottenere un miglioramento che va dal 20% fino al 40% di alcuni parametri legati al sovrappeso, come l'emoglobina glicata (utilizzata per verificare la concentrazione dello zucchero nel sangue),

i trigliceridi, il colesterolo e l'intereluchina 6 (collegata alla presenza di processi infiammatori), tutti fattori che predispongono allo sviluppo della sindrome metabolica, una condizione che espone a resistenza insulinica e aumenta il rischio cardiovascolare.

 

A queste conclusioni è giunto uno studio italiano dell'Università La Sapienza di Roma.

programma dimagrante completo per pancia fianchi e girovita

Le 5 proprietà dimagranti della curcuma.

 

1. Alleggerisce il corpo dalle scorie ingrassanti.

Se ogni dieta deve partire da una pulizia dell'organismo, passaggio indispensabile per alleggerire il metabolismo dalle scorie che possono essersi accumulate a seguito del consumo di cibi non proprio light, allora la curcuma è la scelta giusta.

 

La curcuma ha infatti tra le sue qualità principali proprio quella di depurare l'organismo. E lo fa agendo su diversi organi filtro. Il primo è il fegato, che difende dalle conseguenze degli eccessi a tavola e che aiuta a rigenerarsi.

 

Aiuta poi stomaco e intestino, proteggendo la mucosa che riveste l'intero tubo digerente. Fare poco moto, mangiare male, bere caffè: sono tutte situazioni che portano a un'aumentata produzione di radicali liberi.

 

Anche da questi la curcuma ci difende, contrastando lo stress ossidativo che determinano e che, oltre a rallentare il metabolismo agendo come fattore infiammatorio, rende anche più rapido il nostro processo di invecchiamento.

 

2. Combatte la fame.

Soffrire la fame quando si è a dieta rischia di far naufragare i migliori propositi. Ma la curcuma serve anche per controllare l'appetito. I suoi principi attivi infarti migliorano la funzionalità della leptina, un ormone proteico che segnala al cervello quando è il momento di smettere di mangiare.

 

Se la grelina, secreta dallo stomaco, è l'ormone che stimola l'appetito, la leptina, sintetizzata a livello delle cellule adipose, è quello che lo blocca.

 

Avere una forma di resistenza nei confronti della leptina, condizione che la curcuma contribuirebbe a contrastare, porterebbe a mangiare più del necessario e quindi, ovviamente, a ingrassare.

 

Se invece la fame è di tipo nervoso, ovvero è scatenata da situazioni di ansia o stress, ecco che in soccorso ci viene la capacità della curcumina di incrementare i livelli di serotonina e dopamina, due neurotrasmettitori coinvolti nella regolazione dell'umore, proprietà che ha fatto della spezia uno dei rimedi utilizzati anche nel trattamento della depressione.

 

3. Evita le fermentazioni.

L'azione della curcuma a livello di stomaco e duodeno consente di migliorare la digestione dei cibi, in particolare zuccheri e grassi.

 

Evitando che ciò che abbiamo mangiato ristagni nell'intestino, diventando così pasto per i batteri che ospitiamo e che sono i responsabili dei processi fermentativi, la curcuma rappresenta un valido aiuto per chi tende a sentirsi pesante dopo il pasto, avvertendo gonfiori e tensione addominale.

 

La curcuma inoltre stimola la produzione della bile, che serve a digerire meglio i grassi, e attiva la produzione di enzimi epatici, fattori che sono d'aiuto se si vuole evitare che un rallentamento del processo digestivo diventi un freno per l'intero metabolismo.

 

Aggiungerla ai cibi dunque li renderà più leggeri. L'effetto antifermentativo della curcuma sarà apprezzabile soprattutto a livello del girovita.

 

4. Riduce l'assorbimento degli zuccheri.

La cellulite è un disturbo che coinvolge tanto il sistema circolatorio, quanto quello linfatico.

Il metabolismo cellulare va in tilt e i tessuti non riescono più a liberarsi in modo efficace delle scorie che vengono prodotte a seguito dei normali processi fisiologici.

 

Si crea quindi uno stato infiammatorio che peggiora via via la situazione. L'incapacità, soprattutto del sistema linfatico, di liberare i tessuti dalle tossine, porta con sé un ristagno di liquidi, il cui primo segno è la presenza di un edema, verificabile anche con una semplice pressione delle dita sulla parte: se compare un alone biancastro, ecco che siamo di fronte al primo stadio della cellulite.

 

La curcuma, andando a beneficio sia del sistema circolatorio, sia di quello linfatico, contribuisce a contrastare le cause stesse della pelle a buccia d'arancia. Oltre che dall'interno, la curcuma può essere utilizzata anche per trattamenti anticellulite che agiscano, per il tramite del massaggio, su rotolini e ristagni.

 

5. Contrasta i ristagni.

Sono numerosi gli studi che attestano l'efficacia della curcuma nei confronti del controllo della glicemia e nel miglioramento del metabolismo degli zuccheri. Si è notato, nel corso di una serie di esperimenti su cavie, che la somministrazione di curcumina era in grado di migliorare la sensibilità all'insulina, l'ormone chiave nel metabolismo degli zuccheri.

 

L'azione ipoglicemizzante della curcuma può servire nell'ambito di un programma di dimagrimento poiché evitare che si verifichino picchi glicemici, dovuti a un ingresso troppo repentino degli zuccheri nel flusso sanguigno, aumenta il senso di sazietà ed evita che gli zuccheri in eccesso che vengono tolti dal sangue vengano poi immagazzinati come grasso di scorta.

 

I picchi insulinici, nei confronti dei quali la curcuma contribuisce a metterci al riparo, sono anche i responsabili di quegli improvvisi attacchi di fame che arrivano a metà mattina o a metà pomeriggio, dopo un pasto ad elevato contenuto di zuccheri e carboidrati.

 

I benefici a livello del sistema circolatorio e linfatico della curcuma sono utili per prevenire la pelle a buccia d'arancia. La curcuma contrasta i processi fermentativi che causano gonfiore, dilatando l'addome.

 

Se la curcuma può aiutare a dimagrire, è ancor più utile per chi invece è già sovrappeso, poiché serve per "limitare i danni" metabolici che possono derivare dall'accumulo di tessuto adiposo.

Come assumere la curcuma per dimagrire: ecco la dieta!

Sponsorizzato

Ecco una dieta dimagrante che vede la curcuma protagonista. Ti proponiamo uno schema che ti permette di assumere, ogni giorno, un poco di curcuma in tutti i tuoi piatti, senza superare mai l'indicazione massima di due cucchiaini al giorno (non seguirlo se già assumi degli integratori di curcuma per dimagrire).

 

Puoi anche utilizzare i menu giornalieri come suggerimento di massima e alternare una giornata "normale" a una in cui è presente un piatto a base di curcuma.

 

La dieta per dimagrire con la curcuma è concepita per soggetti di sesso femminile, di età media, in sovrappeso, sani e con stile di vita sedentario.

 

Lunedì

COLAZIONE

Un caffè d'orzo con 100 ml di latte magro; 70 g di pane integrale; 2 cucchiaini di marmellata d'agrumi; un frutto.

SPUNTINO

Un frullato detox con ananas, banana e un cucchiaino di curcuma.

PRANZO

70 g di spaghetti al pomodoro; 70 g di ricotta magra; una zucchina salatala in padella.

MERENDA

Un pacchetto di cracker di soia.

CENA

Un'insalata con uova sode (puoi condirla con una salsa fatta con yogurt e mezzo cucchiaino di curry), 50 g di pane integrale; una mela cotta con cannella.

 

Martedì

COLAZIONE

Un caffè d'orzo con 100 ml di latte magro; 4 biscotti integrali; un kiwi, 5 mandorle.

SPUNTINO

Una mela e 3 noci.

PRANZO

Una zuppa di lenticchie rosse e curcuma (porta a cottura 100 g di lenticchie rosse decorticate in brodo vegetale, aggiungi un cucchiaino di curcuma, un poco di zenzero grattugiato, un pizzico di pepe); 200 g di finocchi al vapore.

MERENDA

Uno yogurt.

CENA

150 g di trota cotta al forno; un cespo di radicchio cotto alla piastra e condito con olio extravergine; 50 g di pane.

 

Mercoledì

COLAZIONE

Una tazza di té verde; 70 g di pane integrale; 50 g di prosciutto cotto; una spremuta d'arance; 3 mandorle.

SPUNTINO

Una pera e 3 noci.

PRANZO

Crocchette di cavolfiore alla curcuma (mescola dei cavolfiori lessati con mezzo cucchiaino di curcuma, un pizzico di pepe, due cucchiai di formaggio grattugiato, pangrattato, sale.

Forma delle crocchette da far cuocere in poco olio extravergine); insalata di ceci; una fetta di pane integrale.

MERENDA

Una galletta di riso con due fette di bresaola.

CENA

Una porzione di sgombro con patate e verdure al forno;  una tisana con tarassaco, radice di curcuma taglio tisana e cardo mariano.

 

Giovedì

COLAZIONE

Un caffè d'orzo con 150 ml di latte magro; 2 fette biscottate integrali; 2 cucchiaini di marmellata e un poco di ricotta.

SPUNTINO

Una mela e 3 noci.

PRANZO

70 g di pasta con tonno; un'insalatona mista.

MERENDA Uno yogurt.

CENA

Pollo al curry servito con 30 g di riso basmati al vapore.

 

Venerdì

COLAZIONE

Un caffè d'orzo con 100 ml di latte magro; 4 biscotti integrali; un kiwi, 5 mandorle.

PRANZO

50 g di riso integrale e curcuma; 150 g di tofu alla piastra con insalata.

MERENDA

Uno yogurt.

CENA

Una vellutata di cannellini; 200 g di spinaci lessati; 50 g di pane integrale.

 

Sabato

COLAZIONE

Un caffè d'orzo con 100 ml di latte magro; 70 g di pane integrale; 2 cucchiaini di marmellata d'agrumi; un frutto.

SPUNTINO

Un frullato con mela, sedano, arancia, un cucchiaino di curcuma e un pizzico di pepe.

PRANZO

Un filetto di salmone con fagiolini e carote alla curcuma (lessa le verdure al dente e falle saltare in poco olio extravergine, aggiungendo un cucchiaino di curcuma, dei semi di cumino, un pizzico di pepe e, fuori dal fuoco, del succo di limone).

MERENDA

Un frutto e 3 noci.

CENA

Un petto di tacchino con patate alla curcuma (pela le patate e tagliale a pezzetti; mettile in una pentola con poco olio e della cipolla affettata. Copri con acqua, lasciando andare finché le patate sono cotte. Aggiungi un cucchiaino di curcuma, un pizzico di pepe e uno di peperoncino e amalgama bene).

 

Domenica

COLAZIONE

Una tazza di té verde; 70 g di pane integrale; 50 g di prosciutto cotto; una spremuta d'arance; 3 mandorle.

SPUNTINO

Una pera e 3 noci.

PRANZO

Gamberi al curry e yogurt (fai rosolare i gamberi con dello scalogno e aggiungi un cucchiaino di curry e un po'di brodo; alza il fuoco, aggiusta di pepe. Abbassa la fiamma e aggiungi yogurt greco; mescola e servi con del riso basmati); una macedonia con ananas.

MERENDA

Un pacchetto di cracker di soia.

CENA

Un passato di verdure; 70 g di bresaola con olio e limone; broccoli al vapore; una galletta di riso.

 

Il mix super dimagrante con la curcuma.

 

Griffonia, rodiota, guaranà, arancio amaro e alga bruna: ecco i rimedi ideali da abbinare alla curcuma per potenziarne l'azione dimagrante e attenuare la sensazione di fame.

 

In commercio li puoi trovare tutti in un unico prodotto (chiedi al tuo erborista o farmacista di fiducia), oppure puoi preparare un mix di tinture madri (in pari quantità) e prenderne 25 gocce, in poca acqua, tre volte al giorno.  Questo mix è particolarmente efficace anche per ridurre il grasso addominale e, quindi, il girovita.

Come potenziare l'efficacia della curcuma

Sponsorizzato

Ci sono alcune combinazioni che sono in grado di aumentare la biodisponibilità della curcuma e quindi di farla assimilare meglio. A rendere la curcuma un prezioso alleato della salute è, come abbiamo avuto più volte modo di sottolineare, soprattutto la curcumina che contiene.

 

Purtroppo, però, assimilarla non è facilissimo. Come hanno dimostrato diversi studi, nella spezia in polvere il principio attivo si trova in quantità non elevatissime (è circa il 3% del peso totale) e non ha una biodisponibilità elevata.

 

Ciò significa che il nostro organismo non riesce a servirsi di tutta la curcumina che mangiamo, e così si corre il rischio di vederne espellere la maggior parte tramite feci e urina.

 

Vi sono però degli alimenti che contengono sostanze che sono in grado di rendere la curcumina più disponibile per il nostro organismo e quindi maggiormente efficace.

 

Diventa dunque una questione di abbinamenti. Se alcune di queste "accoppiate" non sono semplicissime da realizzare in cucina, soprattutto per una questione di matrimonio di sapori, sono state però sfruttate ad esempio nella composizione degli integratori.

 

Un esempio è la bromelina dell'ananas, che aumenta sì l'assorbimento intestinale della curcumina, ma i due sapori non si sposano bene in cucina a meno di consumarli a debita distanza l'uno dall'altro o in piatti particolarmente esotici e originali.

 

Ananas e curcuma si possono però trovare insieme in alcune capsule di estratto secco. Altri abbinamenti molto efficaci, invece, si possono creare facilmente anche nella cucina di casa. Ecco quali sono.

 

Curcuma e pepe nero abbinamento perfetto.

L'efficacia della curcuma si moltiplica se è abbinata al pepe nero. La piperina contenuta nei grani di pepe infatti, aumenta del 2000% la biodisponibilità della curcumina e fa sì che l'organismo ne assorba una quantità maggiore.

 

Prima di aggiungere la curcuma a una pietanza dunque è sufficiente mischiarla a un pizzico di pepe nero macinato. Le due spezie tra l'altro si trovano già combinate nel curry, che è quindi un valido integratore alimentare.

 

L'associazione curcumina-piperina è tra l'altro il segreto dell'efficacia potenziata di tanti integratori alimentari. Quando ne acquisti uno, assicurati che sia titolato in entrambi i principi attivi.

 

Curcuma, insieme alla quercetina di tè verde, mele e sedano.

Un altro alleato per incrementare la biodisponibilità della curcumina è la quercetina. È utile quindi associare la spezia, nelle tue ricette, a uno degli alimenti in cui ci sono buone quantità del flavonoide antiossidante: mela e uva nera (e quindi anche sidro, vino rosso e aceto), capperi, cipolla rossa, té verde, mela, sedano e agrumi.

 

Con i grassi per assorbirla di più.

La curcuma è una spezia liposolubile, cioè si scioglie nei grassi. Quando è "diluita" in questo modo il corpo fa meno fatica ad assorbirla.

 

È quindi utile abbinarla a una fonte lipidica, come l'olio extravergine d'oliva (o un qualsiasi olio di origine vegetale) o il burro.

 

Ma fonte di grassi sono anche l'avocado, i semi oleosi (noci, mandorle, semi di lino, di girasole o di zucca) o pesci come salmone o il pesce azzurro.    

       

Attenzione al calore, può danneggiare le proprietà della curcuma.

Il rizoma fresco può essere consumato anche crudo, mentre la spezia in polvere è spesso aggiunta mentre si cucina. È bene evitare però le cotture prolungate e a temperature elevate, che potrebbero danneggiare le sue proprietà.

 

Meglio unirla poco prima di togliere le pietanze dal fuoco, oppure stemperarla in un poco di acqua solo leggermente calda.

  

L'impiego della curcuma nella dieta, abbinata a vegetali dall'azione depurativa e disintossicante,

ti permetterà di ripulire il tuo organismo dalle tossine accumulate, e dimagrire!


Leggi anche:

Curcuma la spezia anti-cancro
Curcuma la spezia anti-cancro
Curry bruciagrassi
Curry bruciagrassi
Zenzero per dimagrire
Zenzero per dimagrire


Se ti è piaciuto il post condividilo con i tuoi amici!

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    Quelli che in cucina. (domenica, 06 marzo 2016 10:01)

    Ottimo articolo, proverò la dieta. Grazie!

  • #2

    Sabrina (mercoledì, 23 marzo 2016 15:19)

    Proprietà e benefici della curcuma, che è composta soprattutto da curcumina: oltre a bruciare i grassi, la curcumina è una sostanza anti-invecchiamento ed antinfiammatoria, fluidifica il sangue e riduce il colesterolo.
    Inoltre la curcumina contrasta i tumori.
    Può prevenire e trattare le patologie della prostata.
    Favorisce la digestione, allevia nausea e diarrea, riduce la gastrite.
    Aiuta a prevenire infiammazioni del fegato e della cistifellea.
    Abbassa il colesterolo cattivo (LDL) ed aumenta il colesterolo buono (HDL).
    E' un forte antinfiammatorio, come i cortisonici, ma senza effetti collaterali.
    Contrasta il diabete.
    Previene l'insorgere di tumori nella zona del collo e della testa.
    Contrasta acne, brufoli e infezioni della pelle.
    Riduce le rughe, e migliora il colore se usata in maschere per il viso.
    Immunostimolante contro il raffreddore.
    Riduce l'ipertensione e fluidifica il sangue.
    Ottimo articolo, grazie!

  • #3

    rossana (mercoledì, 23 marzo 2016 16:05)

    GRAZIE PER TUTTE QUESTE NOTIZIE INTERESSANTI . La curcuma la conosco e la uso però non sapevo avesse così tante qualità . Grazie ancora .