WellDance, in salute ballando

Come tonificare tutto il corpo utilizzando il giusto mix tra danza, jazz ed hip hop.

Tecnica, tonificazione, eleganza, divertimento, elasticità, ritmo. Tutto questo è WellDance, ovvero tenersi in forma danzando. 


Parola di Raffaele Paganini, l'étoile mondiale che ha ideato, insieme alla ballerina e coreografa professionista Annarosa Petri ed al campione Europeo di fitness ed esperto di marketing sportivo, Massimo Alparone, la nuova disciplina che sta riscuotendo sempre più consensi. Perché?

Perché, a differenza del potenziamento con gli attrezzi in palestra, non annoia mai.

Welldance è lo sport ideale per fare il pieno di energia. 

Welldance:  i 3 programmi di allenamento per tutte le età
Welldance

Nata dal giusto mix tra danza classica, contemporanea, jazz e hip hop con l'applicazione dei più efficaci schemi allenanti del fitness, consente anche a chi non è un ballerino di iniziare a fare pratica.

 

Basta godere di buona salute ed esercitarsi in modo graduale. E affidarsi all'entusiasmo (contagioso) di Raffaele Paganini quando parla della danza, l'amore della sua vita. È proprio lui, qualche minuto prima di cimentarsi nella lezione dimostrativa in una delle sue scuole aperte in varie zone d'Italia, che ci spiega cos'è la WellDance.

 

In ottima forma (un fisico asciutto inossidabile al passare del tempo), dritto come un fuso ma con un portamento incredibilmente naturale e con uno sguardo e un sorriso da aprirti l'animo, decanta fiero le virtù di questa nuova disciplina.

 

È uno degli allenamenti  più importanti e significativi che io abbia mai visto e seguito, con all'interno la base della danza. Credo di poter testimoniare, che oltre a far bene, la WellDance fa crescere l'autostima, fa vivere meglio e sentire più belli. Uno dei pochi metodi per mettersi in forma, autostimandosi.

 

È una delle cose più semplici da fare anche se viene da un allenamento e una tecnica estremamente difficili. Un'attività che da la possibilità, attraverso il lavoro altrui, di fare certi movimenti della danza in modo più semplice, senza accorgersene.

 

Si porta a casa una coreografia vera senza rendersene conto. Pettorali, bicipiti, glutei, polpacci, addominali, dorsali: ogni singolo muscolo si tonifica a tempo di musica, quindi ballando.

 

Sarà davvero alla portata di tutti? Ci sono tre programmi di allenamento studiati per i giovanissimi, gli adulti e i senior. Certo è che la WellDance ha un linguaggio giovane che va dagli esercizi del fitness ai movimenti della danza classica. Un nuovo modo di allenarsi, non di ballare.

 

La danza è vita, e il fitness è importante. Dare alle persone, ai giovani, un modo di allenarsi in scioltezza. Allenamento, quindi, anche la parola che dai primi di settembre inizia a martellarci in testa pensando di mantenerci in forma durante l'inverno.

 

E quale miglior modo per farlo se non attraverso un'attività che mette di buon umore? Ecco, questo è l'effetto collaterale della WellDance. Una disciplina riconosciuta e certificata dalla "AID&A" Associazione insegnanti danza.

 

Una novità assoluta nel panorama mondiale, il primo metodo di allenamento che permette di tenersi in forma danzando. La prima disciplina cardiovascolare, lipolitica, drenante, composta dalla fusione di danza classica, contemporanea, jazz e hip hop con l'applicazione dei più efficaci schemi allenanti del fitness (super set, stripping, serie ripetute, ecc.) con il risultato, assicura il team, di bruciare calorie, eliminare i liquidi ed imparare vere coreografie di danza, con i benefici della tonificazione: si bruciano così calorie sia durante che dopo l'allenamento.

 

Attraverso una lezione, che dura un'ora, si mantiene alto il battito cardiaco: fiato e muscoli vengono messi sotto sforzo. Fin dall'inizio della lezione, si lavora sulla routine dei passi, per arrivare al picco massimo, con continuità e divertimento. Per gli ideatori, la Welldance è il metodo perfetto per allenarsi fuggendo dalla noia della palestra.

 

Si può fare una lezione anche se non si è mai studiato danza, i passi ed i movimenti si ripetono in piccoli set in modo da facilitarne l'apprendimento. Assicurano che alla tecnica e alle coreografie della danza hanno applicato i migliori protocolli di lavoro del fitness.

 

Intensità e sforzo dell'allenamento aumentano gradualmente, per permettere di migliorare la forma fisica senza mai danneggiare il corpo e bruciare calorie sia durante (allenamento lipolitico e cardiovascolare) che dopo l'allenamento, per l'effetto del recupero muscolare (supercompensazione).

 

Tutto attraverso un'esercitazione graduale. All'inizio per una decina di minuti e, via via che l'allenamento prosegue, aumentando la durata. Le lezioni presentano diverse sequenze spiegate passo dopo passo, in modo da poterle memorizzare facilmente.

 

Una sessione tipo inizia con l'impostazione dei passi base, della corretta postura e dell'equilibrio per la massima percezione del baricentro. Assimilati poi i pochi ma basilari principi, si comincia con l'inserimento di passi e, successivamente, di movimenti con le braccia (tipico delle coreografie di danza) ma il tutto tenendo le battute del fitness, quindi circa 132/134 battiti per minuto e senza mai fermarsi.

 

La coreografia si arricchisce poi sempre più di passi, spostamenti e movimenti delle braccia così anche delle mani inserendo però i protocolli di lavoro provenienti dalla preparazione atletica (interval training, superserie, stripping, ecc.) con il risultato di bruciare calorie, aumentare la forza elastica, la tonificazione, la coordinazione, l'equilibrio, la potenza ma divertendosi in compagnia e ballando realmente.

 

Ogni volta si lavora quindi su muscoli diversi e ogni volta vengono spiegati i benefici derivanti dai singoli movimenti.

 

Il risultato finale? Riduzione della massa grassa, eliminazione dei liquidi in eccesso, tonificazione e apprendimento di vere coreografie di danza. Un training impegnativo e allo stesso tempo molto piacevole, il vero motore motivante che spinge a buttarsi in pista. Provare per credere!

WellDance: i 3 programmi di allenamento

La WellDance ha 3 programmi di allenamento:

 

1. WellDance children (target dai 9 ai 13 anni).

È la fusione di passi e movimenti della danza con l'applicazione dei migliori schemi dell'educazione fisica come l'evoluzione della disciplina madre WellDance, pensata per i bambini con l'utilizzo di particolari musiche e didattiche psicomotorie con protocolli di movimento appositamente applicati nel rispetto dell'età.

 

2. WellDance (target dai 14 ai 54 anni).

È una novità assoluta e unica, nata come intersezione tra i mondi del Fitness (tonificazione, potenziamento,  lipolitisi, cardiovascolarizzazione, divertimento) e della danza (elasticità, coordinazione, ritmo, tecnica, eleganza, energia).

 

Originale, elegante e molto divertente, si basa su 10 parole chiave e sulla applicazione dei migliori protocolli di lavoro del fitness (superserie, interval training, stripping) ai passi e movimenti tecnici della danza, classica, jazz ed hip hop. È adatta a tutti.

 

3. WellDance Senior (target over 55 anni).

È una novità nella novità, perché ideata con le basi della danza applicate a bassissimo impatto ai benefici dell'attività fisica del wellness pensata per l'età avanzata.

 

Tra i risultati: miglioramento della circolazione, riduzione della insulinemia e del colesterolo cattivo, stimolazione della calcificazione contrastando l'osteoporosi, stabilizzazione delle articolazioni e mantenimento della memoria attiva e a breve termine.

 

Articoli correlati:

 

Zumba fitness per dimagrire pancia e fianchi

 

In palestra con il Virtual Fitness

 


Scrivi commento

Commenti: 0