Come diventare vegetariani in 12 mesi

Vi presentiamo un programma campione per diventare vegetariani in 12 mesi. Per voi potrebbe volerci più o meno tempo: adeguate le tempistiche alle vostre esigenze e preferenze.

Cosa si deve pensare dell'alimentazione vegetariana? Vegetariano è chi si nutre di cereali, verdure e frutta, ai quali aggiunge prodotti animali, come il latte e i suoi derivati (il formaggio, la crema il burro), ma anche il miele e le uova, escludendo tuttavia ogni tipo di carne o di pesce

 


Come diventare vegetariani: programma
Alimentazione vegetariana

Non bisogna confonderlo con il vegano, il quale segue un'alimentazione molto più rigida, che non comprende nemmeno i sottoprodotti animali. Alcuni poi, i crudisti, mangiano solo cibi crudi.

 

Esistono numerosi vegetariani nel mondo, appartenenti a tutti i paesi e a tutte le classi sociali. È un modo dì alimentazione millenario tramandato dalla tradizione e fondato su certe filosofie e religioni che hanno trasmesso ai loro adepti anche i principi dietetici da seguire.

 

Il vegetarianesimo non si improvvisa; non si decide improvvisamente di diventare vegetariano. Cambiare regime alimentare, infatti, comporta una certa riflessione e una presa di coscienza, spesso inquadrata nell'ambito familiare e che comprende anche i bambini.

 

Il vegetarianesimo è più una tecnica alimentare che un regime propriamente detto. Alla base di questo modo di alimentarsi troviamo i cereali associati ai legumi, in modo da garantire la qualità dell'apporto proteico: l'associazione di questi due alimenti è essenziale.

 

Le proteine animali, indispensabili nel menù quotidiano, si ricavano dagli amminoacidi contenuti nel latte e nelle uova. A patto di non esagerare con la quantità di verdura e di frutta, questo modo di alimentarsi dovrebbe essere praticato almeno una volta alla settimana da tutti, perché normalmente mangiamo troppa carne e, soprattutto, grassi.

 

Per un individuo in buona salute non esistono controindicazioni, ma solo alcune precauzioni da prendere: si deve iniziare in modo progressivo, per non introdurre bruscamente nell'intestino un'eccessiva quantità di cellulosa e fibre.

 

Certe regole vanno seguite con attenzione, per non ritrovarsi con delle carenze più o meno gravi, in particolare di ferro, poiché il ferro contenuto nella carne è più assimilabile di quello presente nei vegetali.

 

Occorre essere vigile e fare eseguire almeno una volta all'anno un dosaggio delle proteine e del ferro, perché il pericolo della malnutrizione incombe sempre sul vegetariano.

Per diventare vegetariani ecco cosa fare

Dodici mesi verso uno stile di vita vegetariano, ecco cosa fare.

 

Mesi  1 e 2.

Letture sulla nutrizione di base, la programmazione dei pasti, come affrontare le situazioni sociali e altri aspetti delle diete vegetariane.

 

Prendete a prestito libri dalla biblioteca, acquistate qualche valida risorsa in libreria, visitate online i siti delle organizzazioni vegetariane in cerca di materiale, assistete a conferenze e abbonatevi a riviste vegetariane.

 

Assorbite le informazioni.

 

Mese 3.      

Cominciare a ridurre l'apporto di carne.

 

Aggiungete due o tre pasti senza carne ogni settimana, provate nuovi prodotti, fate un elenco dei cibi vegetariani che già vi piacciono e, quando mangiate carne, fate in modo che sia una parte poco rilevante del pasto e non il centro focale del piatto.

 

Mesi da 4 a 6

Ridurre ulteriormente l'assunzione di carne.

 

Programmate cinque giorni alla settimana senza carne.

 

Mangiate la carne solo come contorno, guarnizione o ingrediente minore di un piatto.

 

Programmate una data dopo la quale mangerete solo pasti vegetariani e segnatela sul calendario.

 

Una o due settimane prima, smettete di comprare carne e prodotti che contengono carne, come le minestre con prosciutto o pancetta e i fagioli stufati con carne di maiale.

 

Tenete un diario o un registro sul quale segnare per diversi giorni quello che mangiate.

 

Vi serviranno in seguito per valutare i vostri progressi.

 

Siate precisi e specifici sugli ingredienti.

 

Per esempio, se mangiate un panino, annotate il tipo di pane e il ripieno che avete scelto.

 

Mesi  7 e 8.

Informatevi per iscrivervi a un'associazione vegetariana o assistere a un convegno vegetariano nazionale.

 

Cercate occasioni nella quali sarete circondati da persone che la pensano come voi.

 

Continuate a leggere e ad assorbire informazioni.

 

Continuate a sperimentare nuove ricette.

 

Uscite a cena e ordinate al ristorante antipasti vegetariani.

 

Mesi da 9 a 12.

  

Cosa fare in pratica per diventare vegetariani. 

Socializzate e invitate amici e familiari a casa vostra preparando pasti vegetariani. Fate una revisione dell'anno trascorso e valutate come ve la siete cavata in vacanza e nelle occasioni speciali o nei casi di interruzione della routine.

 

Ci sono situazioni che richiedono attenzione, come mangiare fuori casa oppure trovare idee per ricette vegetariane facili e veloci.

 

Tenete per diversi giorni un diario alimentare e raffrontatelo con il primo (quello che suggerisco di iniziare a partire dal quarto mese).

 

Per diventare vegetariani continuate a cercare nuove informazioni.  

Come diventare vegetariani, il libro di Veronesi

Sponsorizzato

I consigli del professor Veronesi per diventare vegetariani. Oggi l'alimentazione vegetariana è una scelta che tutti dovrebbero considerare, un cambiamento in primo luogo per la propria salute, ma anche per la difesa del nostro pianeta e per evitare le sofferenze cui vengono sottoposti molti animali.

 

Partendo dalla sua esperienza di vita e dalle sue ricerche di oncologo di grandissima fama, Umberto Veronesi espone in questo libro le ragioni legate all'etica, alla sostenibilità e alla salute per cui dovremmo diventare vegetariani.

 

Mario Pappagallo spiega le basi scientifiche secondo le quali una buona alimentazione è fondamentale per vivere in salute, al punto che il cibo diventa un elemento essenziale per la prevenzione di numerose malattie, tra cui anche molti tipi di tumore.

 

Nella seconda parte del libro Carla Marchetti propone oltre 200 ricette, originali e facili da realizzare, per chi è già vegetariano e per chi vuole avvicinarsi alla scelta vegetariana senza rinunciare al piacere del gusto.

 

I proventi del professor Veronesi derivanti dalla vendita di questo libro verranno devoluti ai progetti di sostegno dei giovani ricercatori della Fondazione Umberto Veronesi, il cui intento è quello di sostenere la ricerca scientifica e promuoverne la divulgazione affinché i risultati della scienza diventino patrimonio di tutti.

Sponsorizzato


Scrivi commento

Commenti: 0